Dolfi: ‘I ragazzi hanno dimostrato di essere squadra’

È già fuori dall’Ardenza il presidente Andrea Dolfi. Gentilmente il segretario Alessandro Badii, lo porta nella mix zone. È contento: basta vederlo per capirlo, prima ancora di ascoltarne le dichiarazioni.

“Un bel punto. I ragazzi ce l’hanno messa tutta. Hanno reagito, hanno lottato non si sono persi d’animo. Stamattina alle 11 ho fatto una bella discussione con loro ci siamo detti tante cose. È stata una bella chiacchierata”.
A sommi capi?
“Non bisogna allenarsi tanto per farlo. I soldi che si prendono, e fino a qui da noi hanno sempre riscosso, devono meritarseli con il lavoro, attraverso il sacrificio. Fino alla fine dobbiamo lavorare con serietà e impegno. Non devono essere più i ragazzi che arrivano dai settori giovanili ma devono prendersi le responsabilità degli uomini”.
E ne hanno dato prova.
“Hanno dimostrato di essere una squadra che ha dei valori e si sono meritati il risultato. Il Livorno all’inizio poteva segnare ancora, ma loro non hanno mai mollato, hanno stretto i denti e volevano far risultato. Non si sono demoralizzati, hanno combattuto, se avessimo giocato sempre convinti come stasera saremo a metà classifica”.
Sabato prossimo altra gara fondamentale con la Racing Roma.
“Mancato 3 partite e dobbiamo fare più punti possibili. Auguro una buona Pasqua a tutta la squadra e da martedì pensiamo alla Racing”.

 

Arriva trafelato Luca Fiasconi. Vorrebbe infilarsi sul pullman il prima possibile, poi si concede ai taccuini.
“I primi 7 minuti sono stati bruttissimi, poi è iniziata una altra partita nella quale abbiamo fatto meglio del Livorno”.
Avete rivisto gli spettri di Como?
“Un po’ di timore ti viene. Non hai esperienza, un gol così ti paralizza”
Poi arriva al quarto d’ora la doppia parata di Mazzoni su Provenzano e Gelli e cosa scatta?
“L’episodio che ti da convinzione, la reazione, l’orgoglio di qualità. Abbiamo preso fiducia, abbiamo preso forza e consapevolezza che potevamo rientrare in partita. Ci ha fatto capire che potevamo crederci. È diventata una partita che abbiamo giocato fino in fondo, facendola diventare equilibrata, dimostrando che il nostro risultato è meritato”.
Gli infortuni di oggi?
“Zenuni ha parecchio dolore su un fianco, Falivena ha un problema al ginocchio. Nei prossimi giorni gli approfondimenti clinici ci daranno i tempi di recupero. Ma per Falivena temo di doverne fare a meno in questo scorcio finale”
Frare non lo ha fatto rimpiangere?
“È un giocatore forte. Faremo come abbiamo sempre fatto affidamento su tutti, da qui alla fine ci attendono tre finali che non possiamo più sbagliare”

Rientrerà Merkaj da squalifica, sarà incerta la presenza di Zenuni, ai box Tiritiello e Falivena. Racing Roma e Renate al “Mannucci” in mezzo alle quali ci sarà la trasferta al “Garilli” con la Pro Piacenza, 270′ da vivere da protagonisti.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.