Pattinaggio S.Miniato, fine stagione tra bilanci e progetti foto

Il Gruppo Pattinaggio San Miniato guidato dal nuovo presidente Enzo Cappellini ha salutato gli ottimi risultati del 2017 e guardato con ottimismo al futuro, durante il tradizionale incontro conviviale che la società organizza ogni anno a termine della stagione. Una serata in cui il neo presidente ha tirato le somme di una ricca stagione sportiva. L’iniziativa è stata organizzata lo scorso weekend

La società ha allevato in questi anni molti atleti di prim’ordine: tra le pattinatrici più promettenti del momento spicca la giovane e promettente Gilda Marianelli, che ha saputo conquistare un meraviglioso argento e un bronzo nei campionati italiani Indoor, oltre ad aver partecipato alla Coppa Europa con la maglia della nazionale juniores e convocata ai raduni nazionali pre-mondiali. Una proficua stagione per la giovane azzurra che da tempo gareggia e svolge i suoi allenamenti al centro sportivo di Casa Bonello, un fiore all’occhiello per San Miniato e tutto il comprensorio del cuoio. Tra le stelle nascenti del vivaio sanminiatese risaltano anche le lusinghiere prestazioni delle fiorentine Giuditta Diamante (campionessa regionale) e Chiara Zingoni (sesta ai campionati italiani nella classifica 100mt Sprint). Ma l’allenatore Enrico Papa disponeva anche di altre frecce nella sua faretra che danno buoni indizi per il futuro, come Mattia Parri, Andrea Soldaini, Alessio Taormina, Filippo D’Alloro, Matteo Villa, i quali, durante la scorsa stagione, hanno mostrato notevoli miglioramenti non solo tecnici ma anche di carattere. A questo primo gruppo di pattinatori si aggiungono analogamente, le gemelline Bianchi, Irene e Giorgia, Gaia Malvolti e Matilde Lenzi. Questa società, come del resto ogni realtà locale, ha come obiettivo fondamentale portare più persone possibili ad amare il pattinaggio e far conoscere la gioia che i pattini possono dare loro. Il Gruppo Pattinaggio San Miniato lo sta facendo con la responsabile del settore, allenatore federale di terzo livello, Irene Guerri, la quale anche nel 2017 ha fatto partecipare ai giochi nazionali svoltisi a Fanano, le primizie del pattinaggio locale: Filippo, Federico, Giorgia, Alina, Aurora, Chiara e Francesco. Secondo la giovane e ben preparata coach Irene, il giusto approccio per lo sviluppo del pattinaggio nel nostro Paese è sviluppare la qualità degli atleti locali grazie a un buon allenamento in giovane età.
Lo staff tecnico dispone anche di altre figure molto importanti, come Cinzia e Monica che curano i nuovi innesti in questa disciplina. Ormai il pattinaggio è diventato una realtà importante anche in questo territorio e la società sanminiatese continua a far crescere il proprio vivaio. Tutto questo ha bisogno di una guida, di un’organizzazione, di un gruppo che lavora fuori dall’area sportiva, ma anche di una forte dirigenza in continua attività anche nel recuperare fondi per alimentare il progetto. Un nome per tutti, il neo presidente Enzo Cappellini, che ha preso in mano il Gruppo dopo l’improvvisa scomparsa nell’agosto scorso dell’amico e Presidente Moreno Guerri.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.