Lorenzo di Torre tra i talenti Azzurri, progetto Coni e Fmi

Più informazioni su

“Ero super emozionato, è stato fantastico”. C’era anche Lorenzo Bernini, 15 anni di Torre di Fucecchio (Lorenzo in Azzurro, su due ruote tra i migliori d’Italia), tra i 90 piloti di ogni specialità supportati dalla Fmi che si sono ritrovati per la prima volta alla Scuola dello Sport del Coni a Roma. Con Lorenzo e gli altri c’erano il presidente del Coni Giovanni Malagò e quello della Federmoto Giovanni Copioli. Poi il segretario generale Fmi Alberto Rinaldelli e il vice segretario generale del Coni Carlo Mornati. 

“Siamo stati tutti insieme, a parlare di quello che ci piace, della nostra passione: la moto. E, poi, interviste e video per raccontarci e ascoltare gli altri, definendo al meglio il profilo di ogni pilota. E’ stato proprio bello”. La condivisione è proprio la parola chiave del progetto Talenti Azzurri Fmi 2018: i piloti condivideranno, nella loro crescita, i contenuti e le metodologie di lavoro proposti dalla Federazione grazie all’attività del Settore Tecnico Sportivo. Nel corso della stagione, i Talenti Azzurri Fmi porteranno il logo del Progetto sulla maglia da gara e sul casco. 
Presenti alla giornata romana anche il coordinatore del settore tecnico sportivo Fmi Raffaele Prisco e i direttori tecnici Fmi di specialità.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.