Quantcast

Tuttocuoio, ritorno al successo con il Prato

Tuttocuoio-Prato 2-1
TUTTOCUOIO: Lombardi, Lischi, Bertolucci, Correa (32′ Manetti), Belmonte, Cascone, Bianconi, Alagia (37′ st Diolaiti), Fino (49′ st Patteri), Costalli (28′ st Mazzola), Guidelli, Bellante. A disp. Battara, Mazzola, Ceccarello, Chiacco, Manetti, Diolaiti, Patteri, Chiti, Sheji. All. Masini.
PRATO: Demalija, Bassano, Marini (11′ st Cecchi), Malan Arenas (35′ st Carli), Piroli, Tomi, Carrotta, Quinto, Moreo, Kouassi (44′ st De Simone), Del Sante (19′ st Bazzoffia). A disp. Fontanelli, Rozzi, Carli, Di Filippo, Cecchi, De Simone, Bazzoffia, Lunghi, Ghimenti. All. De Petrillo.
ARBITRO: Gandolfo Gabriele di Bra (Marchese di Pavia e Cardone di Catania)
RETI: 4’st Cascone, 9’st Manetti, 25’st Tomi
NOTE: Angoli: 1 – 9. Ammoniti: Malan, Quinto. Recupero 1° tempo 2′, 2° tempo 5′

Dopo il ko con il Ponsacco il Tuttocuoio riprende subito la marcia. Lo fa battendo di misura il Prato. Dopo un primo tempo di studio i neroverdi con un micidiale uno-due a inizio ripresa decidono la gara. Segnano Cascone e Manetti ma manca il guizzo per chiudere definitivamente il match. E il Prato, che accorcia con Tomi, rende la vita dura ai locali fino al fischio finale. Che regala i tre punti e fa riprendere la marcia all’undici di Masini.
Se il successo, anche se in quel caso si trattò di due pareggi, due anni fa valse la salvezza al Prato, la vittoria del Tuttocuoio vale il primato del girone. Grazie a questi tre punti, la squadra di Masini tiene il passo di Ponsacco con cui condivide la testa della classifica e del Ghivizzano Brogoamozzano. Ma l’entusiasmo in casa pontaegolese è turbato dal violento scontro di gioco arrivato verso la fine della partita tra Mattia Alagia e l’uruguaiano Cristian Malan dei lanieri. Il calciatore di casa è stato in preda di attacco di panico, irrigidendosi e andando in iperventilazione, dopo essere stato prontamente rianimato e per precauzione è stato trasportato all’ospedale di Empoli. Più gravi le conseguenze riportate dal calciatore pratese, la diagnosi emessa dall’ospedale di Prato parla di frattura di tibia e perone.I momenti di gelo che hanno caratterizzato l’accaduto hanno messo in secondo piano l’aspetto agonistico. Il Tuttocuoio è venuto a capo di una gara difficile al cospetto di un Prato, allenato dall’ex De Petrillo, ben organizzato, ma che al momento non è confortato dai risultati, per i lanieri si è trattata della quarta sconfitta consecutiva.
In avvio di ripresa è Pietro Cascone a portare i suoi in vantaggio, incornando un corner di Bellante. Poco dopo la squadra di casa si porta a distanza di sicurezza, affondo di Lischi e assist per l’ex fucecchiese Manetti che segna il suo primo gol in maglia nero-verde. Accorcia Tomi per il Prato. La prima conclusione verso la porta è ad opera degli ospiti con Carrotta che spara alto. Non trova compagni pronti subito dopo la volata di Bellante. Intorno al 20′ ci prova Kouassi, palla che accarezza la traversa prima di uscire.Cambio forzato in casa pontaegolese per l’infortunio muscolare che obbliga Correa alla sostituzione. I tentativi velleitari in successione di Guidelli e Fino anticipano l’intervallo.
In avvio di ripresa nell’arco di cinque minuti i locali colpiscono due volte con le prime firme stagionali di Cascone e Manetti. Demalija evita di capitolare di nuovo sul tiro di Bellante che gli si era presentato tutto solo. Stringe i tempi il Prato nel tentativo di riaprire la contesa con Del Sante e mancando il tocco sotto misura con Bazzoffia su iniziativa di Moreo. Tomi l’uomo che aveva garantito il pareggio al Prato, nella finale playout di due anni fa, con un tiro cross beffardo a meno di 20′ dal termine riapre la gara, mentre alla mezz’ora alza sopra la traversa il piatto sinistro che poteva valere il pari. A 10′ dal termine il violento scontro di gioco che fa passare in secondo piano la fase finale nella quale Demalija salva su Bellante e Moreo spedisce a lato, ma eravamo ormai nella fase in cui il pensiero era rivolto alle condizioni di andava Alagia e soprattutto Malan. Auguri soprattutto a quest’ultimo.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.