Eccellenza, Fucecchio ko nella gara di andata degli spareggi foto

Fucecchio-Valle del Tevere 0-1
FUCECCHIO: Del Bino, Intreccialagli, Kazazi, Pizza, Sabatini, Pinto, Tremolanti (11’st Borgioli), Fioravanti, Mazzanti (36’st Cenci), Guarisa (33’st Rovai), Sciapi. A disp.: Doveri, Tani, Borgioli, Mangiantini, Dini, Rigirozzo, Papa, Cenci. All.: Targetti.
VALLE DEL TEVERE: Aniello, Paletta, Grizzi, Fiorentini, Bianchi, Passiatore, Hrustic, Gomez, Danieli, Macrì (36’st Giurato), Manga. A disp.: De Vellis, Nardi, Giustini, Galanti, Lelli, Benedetti, Ceccarelli, Pileri. All.: Scaricamazza.
ARBITRO: Trevisan di Mestre (Franco di Padova e Collavo di Treviso)
RETI: 25’pt Danieli
NOTE: Ammoniti Passiatore (33’pt), Sciapi (34’pt), Fiorentini (13’st). Recupero pt 1′, st 3′

Finisce con una sconfitta la gara di andata degli spareggi interregionali di Eccellenza fra Fucecchio e Valle del Tevere. A decidere il match un gol nel primo tempo di bomber Danieli, più di 100 gol con la maglia dei laziali. Ora i bianconeri dovranno ribaltare il risultato nella gara di ritorno.
Non c’è dubbio che il Fucecchio sia arrivato alla partita più importante della stagione in maniera rilassata, non ha vissuto lo stress che può aver accompagnato la Valle del Tevere, impegnato fino a domenica scorsa nella lotta per arrivare a giocarsi lo spareggio odierno, ma è anche vero che le tre settimane di inattività, ultima gara il 28 aprile a Bibbona con lo Sporting Cecina hanno fatto perdere a Pizza e compagni il ritmo partita.
Questo spiega la maggior reattività da parte dei sabini, i quali hanno avuto il grande merito di schierarsi con una difesa a 5 quasi bloccata, neutralizzando il pericolo principale del Fucecchio, la manovra a campo aperto. Mai Sciapi e Guarisa sono riusciti a distendersi, lo stesso è avvenuto quando nella mischia è stato gettato Rovai, il quale ha sprecato l’incornata che avrebbe regalato il pari. I laziali hanno avuto in mano le redini grazie al gioco sugli esterni, con Paletta e Hrustic a destra e con il tandem Grizzi-Manga sulla corsia opposta. Non ci sono state grandi palle gol, Del Bino e Aniello non hanno dovuto compiere interventi risolutivi.
Nel Fucecchio la lunga sosta non è bastata per poter recuperare l’infortunato Menichetti. I locali si disposti a rombo con Pizza davanti alla difesa e Fioravanti dietro le punte, possono contare sull’apporto del proprio pubblico accorso numeroso. La cornice è da serie D, molti gli addetti ai lavori presenti sulla colma tribuna del Corsini.
Il campo non in perfette condizioni con la zona centrale a ridosso delle due aree di rigore colma d’acqua, smorza nelle battute iniziali un paio di potenziali opportunità dei padroni di casa. Gli ospiti sfruttano l’ampiezza è obbligano alla chiusura provvidenziale Sabatini su Gomez dopo aver dialogato con Macrì. Il quale poco dopo il quarto d’ora lascia partire un diagonale maligno che crea qualche brivido. Il momento propizio è coronato dalla rete, Gomez propone in area per Danieli. Il bomber oltre 100 gol con questa maglia, con uno stacco perentorio colloca il pallone sotto l’incrocio dei pali, frustata imparabile per Del Bino. Poco dopo allargando ancora sulle esterni, Macrì manda al traverso Gomez sul cui spiovente indirizzato sul secondo palo, Paletta, salito di gran carriera incorna di poco fuori.
I ragazzi di Targetti non riescono a dilatare il gioco e per Aniello la prima parte trascorre tranquilla. La seconda parte è aperta dopo 11 minuti dalla sassata in corsa di Sabatini dopo un a respinta terminata di poco fuori dall’incrocio alla destra di Aniello. Un errore in disimpegno di Kazazi permette a metà ripresa a Hrustic di servire Danieli, Del Bino sceglie bene il tempo e in scivolata improvvisandosi libero spazza via. Solo a 1′ dal termine il portiere di casa è sollecitato da Hrustic servito da un cambio fronte di Manga. La palla gol più grande per i locali arriva sullo scorrere dei titoli di cosa, in seguito ad un tiro d’angolo, Rovai tutto solo appostato sul secondo palo indirizza fuori porta un colpo di testa che chiedeva una sorte migliore.
Tra sette giorni si replica a Forano, la speranza dei tifosi locali può essere riposta nell’Alvini-pensiero. Il tecnico professionista, avvolto nella sciarpa bianconera. ha commentato. “Non è ancora finita. Anche a ritorno sarà una gara equilibrata, loro davanti sono bravi, ma dietro concedono, con i nostri attaccanti possiamo fargli male”. Una sentenza o una speranza. Il rebus lo scioglieremo sabato prossimo dopo la partita di ritorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.