Tuttocuoio, esordio in Coppa con la corazzata Prato

Esordio assoluto per il Tuttocuoio targato Nico Scardigli. I neroverdi domani (25 agosto) alle 16 nella gara numero del primo turno di Coppa Italia di serie D ospitano al Leporaia il Prato. Sarà il primo e unico incrocio stagionale. I lanieri, infatti, sono stati inseriti insieme alle formazioni lucchesi nel girone A con formazioni piemontesi, liguri con i lombardi della Caronnese.

Il Prato sulla cui panchina è tornato il tecnico di lungo corso Vincenzo Esposito, ha allestito una squadra in grado di poter vincere il girone. Sono arrivati in difesa l’ex vicentino Matteo Gentili lo scorso anno alla Pecciolese, dall’Aquila Montevarchi è stato prelevato Adama Diarrassouba, il reparto offensivo è stato perfezionato con l’arrivo dell’ex Lucchese e Pistoiese Iacopo Fanucchi, dal Livorno nella passata stagione alla Sangiovannese è approdato ai lanieri l’esterno Gianmarco Regoli. In difesa dal Ghiviborgo sono arrivati Giorgio Diana e Elia Giampà dallo Scandicci. Così come Fanucchi, ritornano in biancoazzurro il centrocampista Francesco Mariani proveniente dal Ponsacco e l’attaccante Marco Cellini dalla Pistoiese. In porta dall’Inter è arrivato Fabrizio Bagheria, dopo l’esperienza dello scorso anno alla Primavera del Parma. Nel girone A il Prato dovrà fare i conti con Caronnese, Sanremese, Savona e Cheri, le altre squadre candidate alla vittoria finale in un girone in cui sono inserite nobili decadute come Casale e Lucchese.
Per ciò che concerne i conciari la presidente Paola Coia alla vigilia della gara ha voluto ringraziare il main sponsor Cuoio in Toscana, al fianco dei pontaegolesi per tutta la stagione, così come gli altri sponsor tra cui il gruppo Biokimica per il sostegno e per la fiducia reciproca che si è creata tra azienda e società.
La gara sarà diretta dal signor Ermal Bullari di Brescia coadiuvato dagli assistenti Giuseppe Cucinotta della stessa sezione e da Simone Asciamprener Ranieri di Milano. Domenica (1 settembre) ci sarà il debutto in campionato, alle 15, sempre tra le mura amiche con i laziali del Pomezia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.