Coia presenta Infantino: “Ha le qualità giuste”

Sbarcherà domani Pietro Infantino al capezzale di un Tuttocuoio in crisi. E si immergerà subito nel mondo neroverde.
È l’ex difensore di Atletico Catania, Gela, Sicula Leonzio e Crotone, nato a Cammarata il 12 maggio 1966, il nuovo allenatore del Tuttocuoio. Da tecnico si è seduto sulle panchine di Gela, Acireale e Messina.

Il profilo del tecnico lo abbiamo chiesto alla presidente Paola Coia.
“È un allenatore deciso affermato, un mister con provata esperienza. Io sono legata alla mia terra. Noi gente del sud abbiamo un maggiore carisma. La nostra è una realtà dove per affermarci c’è da lottare. Lui arriva dalle mie parti, ha la qualità giusta e l’esperienza. È bravo a subentrare, è bravo a rincorrere. Questo è il campionato che si è prospettato da qui alla fine. Lui ha la personalità spiccata per farci uscire fuori da questa situazione.È  E’ un uomo a modo. Arriva con entusiasmo. Questa è una buona squadra che verrà fuori con i dovuti interventi”.
Lei lo conosceva?
“Si, ha allenato il Rieti, il Gela, il Messina e l’Acireale. Tutte piazze calde e importanti”.
Dopo la gara di Foligno, lei si è messa subito in moto per cercarlo?
“Non è stata una trattativa facile, il profilo è di spessore”.
E Scardigli, rimarrà nei quadri?
“Vediamo cosa vorrà fare il nuovo tecnico. È molto probabile che alleni la juniores Nazionale”.
Oltre al tecnico pagheranno anche altri?
“No qui non c’è da pagare. Io sono contenta della squadra che ho allestito, rifarei le scelte che ho fatto. Le difficoltà che ci sono state non sono di natura tecnica”.
E allora cosa manca.
“Quella che in gergo si chiama la cazzimma. Qui manca per indole. Dovrà rivedere alcune scelte e questo allo spogliatoio l’ho comunicato. Se avessimo fatto 3 o 4 risultati importanti, avremmo visto altro. Questi sono ragazzi bravissimi ma non tutti sono in grado di fare un percorso di rincorsa. C’è tanta qualità ma dovrà virare per fare delle scelte diverse. Alcuni di loro non sono adatti in un contesto di difficoltà”.
E ora cosa ci vuole?
“Tanta quantità, corsa, testa, fame. Dovremo superare i limiti. Intanto arriva il trequartista dal Santarcangelo, Alessio De Cerchio ed è in fase avanzata la trattativa con l’attaccante Sivilla”.
Pietro Infantino magari non sapeva dove fosse Ponte a Egola, domani avrà un primo assaggio. Parte in ultima posizione il tecnico siciliano, ed è pronto a scalare le posizioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.