Etrusca San Miniato, successo corsaro a Lucca foto

La Blukart mette subito la testa avanti e mantiene il vantaggio fino alla fine

Geonova Lucca – Etrusca San Miniato 61-74 (16-27, 27-38, 47-53)

GEONOVA LUCCA: Del Debbio 5, Genovese 13, Vico 11, Banchi 6, Bartoli, Pierini 5, Pagni ne, Simonetti ne, Kushchev 4, Okilijevic 5, Drocker 12. All.: Catalani

ETRUSCA SAN MINIATO: Neri 12, Regoli, Daini Palesi ne, Regoii 2, Quartuccio 2, Moretti 13, Carpanzano 6, Morciano 6, Tozzi 20, Capozio 2, Enihe 1, Benites 10.

Immediato riscatto per San Miniato che vince sul parquet di Lucca e consolida il secondo posto in classifica

La cronaca

Kushchev sulla palla a due e la partita prende il via. A segno la Blukart per i primi due punti della serata, Geonova che reagisce con Kushchev, 3-3 sul tabellone. L’inerzia è tutta per gli ospiti che salgono subito in cattedra portandosi sul +6, distacco che riescono a mantenere costante per i primi minuti. Dal 6′ in poi la Blukart alza i giri del motore e allunga fino al 16-27 della prima sirena.

Secondo quarto che inizia sulla falsariga del primo, con un Moretti dai polsi molto caldi che aiutato da Tozzi mantengono la Geonova a distanza di sicurezza, Droker, Vico, Genovese e Pierini provano a tenere il passo dei San Miniatesi senza però riuscire minimamente ad impensierire la difesa degli ospiti.

Quando si arriva all’intervallo lungo la Blukart ha ancora i suoi undici punti di vantaggio, quanto aveva già acquisito nel primo tempino.

Si riparte per gli ultimi due quarti e questa volta è Genovese che sblocca il risultato con una bella tripla, poi è Del Debbio che accorcia ancora, due punti per Genovese ed ancora Del Debbio in un coast to coast che gli frutta altri due punti. Ora la Geonova è a -4.

Adesso in campo c’è una Geonova rigenerata, più determinata e precisa, a 1’30” dalla terza sirena Genovese firma il meno due (47-49). Ospiti di nuovo a canestro per due punti ed Enihè sulla lunetta, 38 secondi da giocare con palla a Genovese, il suo assist è però intercettato e ne approfittano gli ospiti portandosi sul 47-53 alla terza sirena

Ultimo quarto e la Blukart cerca di far sentire tutto il suo peso allungando fino al +12 dopo quattro minuti di gioco.

È Drocker che si fa carico di accorciare le distanze con due triple consecutive per il 57-64, un minuto dopo Pierini è costretto ad abbandonare il parquet per una rovinosa caduta, mentre l’inerzia non cambia assolutamente, aiutando gli ospiti a riportarsi sul +13 a 4o” dal termine della gara.

Il cronometro scorre veloce e la sirena fissa il punteggio sul 61-74: i due punti son per la Blukart.

Il commento

“Avevo chiesto ai ragazzi una gara di identità e i ragazzi hanno messo in campo una gara di identità e sostanza”. Così commenta a fine gara coach Federico Barsotti.

“Abbiamo fatto risultato – spiega ancora – su un campo dove è difficile vincere, con una squadra che ha qualità come Lucca, che soprattutto nella seconda parte di gara ha giocato un match di spessore, alzando il livello agonistico e dei contatti. Abbiamo avuto tanti problemi di falli, ma abbiamo messo in campo un grande carattere, andando oltre i nostri limiti. Se vogliamo fare ancora passi avanti dobbiamo avere maggior cinismo durante la gara; abbiamo fatto molti errori banali nella prima parte di gara, errori che non ci possiamo permettere, nonostante una bella prova offensiva”.

“Sono soddisfatto del risultato – conclude Barsotti – e anche questo successo ci deve insegnare che non possiamo non essere questa squadra per vincere ogni partita. Le vittorie tendono ad alimentare l’egocentrismo dei giocatori, ad affrontare con più rilassatezza una gara e questo è un errore che non posso permettere ai miei giocatori, per continuare a giocare una stagione importante. Un grazie speciale ai nostri tifosi, che ci hanno sostenuto da vicino tutta la gara: il loro sostegno è fondamentale per nostri ragazzi.”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.