Tuttocuoio travolto in casa dall’Aglianese

Prima sconfitta della gestione Tazzioli. Preoccupa la difficoltà in zona gol

Tuttocuoio – Aglianese 0-3

TUTTOCUOIO: Prisco, Gautieri, Visibelli, Russo, Chiti, Benericetti, Fino (15′ st Mella) Speziale, Wagner, Molinaro (31′ st Diolaiti), Ercoli (31′ st Lepri). A disp. Giannangeli, Segantini, Bini, Muratore, Biagioni, Campani. All. Tazzioli.

AGLIANESE: Bacci, Collecchi (44′ st Giometti), Ghidotti, Panelli, Gianneschi (34′ st Becagli), Di Vito (40′ st Granucci), Giannini (31′ st Tartaglione), Ballardini, Malotti, Nieri, Balla (36′ st Castellani). A disp. Ubirti, Giometti, Gelli, Lunchi, Rossi. All. Colombini.

ARBITRO: Renzi di Pesaro (Ottobretti di Foligno e Roccaforte di Perugia)

RETI: 36’pt e 31’st Di Vito, 13’st Nieri

NOTE: Ammoniti: Fino, Gianneschi, Giannini, Gautieri. Angoli: 1- 4.

Quinta sconfitta casalinga per il Tuttocuoio sulla cui panchina ha fatto il suo esordio casalingo Fabrizio Tazzioli. Le assenze di Bertolucci per squalifica e l’infortunio di Pedalino costringono il “mago di Barga” a giocare con il solo Ercoli in attacco con un robusto centrocampo, gettando nella mischia sei giovani al cospetto di un’Aglianese molto più esperta rispetto ai padroni di casa.

Poi Tazzioli è costretto a cambiare dopo poche battute il terminale d’attacco inserendo in quella posizione Speziale in luogo del classe 2001. La robusta rappresentanza degli ex nelle fila dei neroverdi pistoiesi è capitanata dal tecnico Francesco Colombini è priva di Videtta e Rosati ma è rappresentata dal duo Malotti-Di Vito. Era stato Prisco a mantenere il risultato in parità fino al 36′ minuto in avvio di gara gettandosi alla sua sinistra su tentativo di Balla. Intorno alla mezz’ora era poi stato sollecitato dalla conclusione centrale di Ballardini. Poi la rete di Di Vito rompe gli equilibri.

A 2′ dall’intervallo una rovesciata di Ghidotti a centro area sfiora il montante. Bacci era chiamato in causa da una conclusione telefonata di Ercoli che anticipa la conclusione della prima parte.

L’inizio di seconda frazione sembra confortante da parte dei pontaegolesi ma è solo un illusione, l’albanese Balla costringe Prisco ad un grande intervento prima che Nieri piazzi un sinistro volante all’interno dei sedici metri. In maniera blanda la gara volge stancamente fino al termine ci pensa ancora Di Vito dopo aver aperto ad anticipare i titoli di coda con una volèe di destro. L’operazione salvezza si fa sempre più complicata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.