“Orgogliosi del mondo Etrusca”, la stagione chiude per il coronavirus

Arrivata l'ufficialità, è tempo di bilanci e saluti

“Ripartiremo pedalando in salita tra mille difficoltà con lo stesso spirito di sacrificio che ci ha permesso in questi anni di costruire un movimento sportivo che a dir poco è fantastico”. Così l’Etrusca Basket San Miniato si saluta, dopo l’ufficialità: la stagione della serie B si chiude. Dalla testa della classifica, in una stagione straordinaria, che ha visto la squadra anche in finale di Coppa Italia.

L’ufficialità dalla Federazione Italiana Pallacanestro e dalla Lega Nazionale Pallacanestro conferma il timore che il ritorno in campo, per questa stagione, è impossibile. “Maledetto coronavirus” è il commento del vicepresidente Angelo Capozio che ricorda “dall’ultima volta che dovevamo giocare a porte chiuse, il 29 febbraio con Torrenova, la situazione sanitaria in Italia è precipitata e oggi, nonostante varie videoconferenze in Lega e in Federazione, non ci sono più le condizioni per la ripresa del campionato”.

Che lui “L’ho sempre vista quasi impossibile, anche perché l’emergenza non terminerà a breve e anche una volta superato il picco dei contagi la libertà di movimento sarà rilasciata gradualmente e non consentirà all’improvviso il ritorno alla ‘normalità’, evento aggi tanto atteso. Tutto questo però non ci deve togliere dalla mente le bellissime immagini vissute in questo scorcio di campionato: il meraviglioso lavoro fatto da coach Barsotti insieme al suo staff Miniati, Carlotti, Latini, Miotti, Scorzoso e alle eccezionali vittorie sul parquet di San Miniato, i risultati di classifica, l’accesso alla Coppa Italia, le bellissime vittorie in terra piemontese e soprattutto in trinacria, con episodi di grande affetto e simpatia del ‘mondo Etrusca’ come l’offerta degli arancini all’aeroporto di Palermo e il canto di vittoria effettuato dall’equipaggio e da tutti i passeggeri sul volo di ritorno della Ryanair. Questo ‘maledetto virus’ non deve sbiadire i bellissimi ricordi dei successi delle ‘bimbe’ di coach Pugi che hanno giocato partite bellissime, non ci deve far dimenticare i successi delle giovanili di coach Regoli e di coach Ierardi e di tutti gli altri preziosissimi collaboratori: Bacchi, Gattari, Petrolini, Cervigni. Sinceramente noi siamo orgogliosi del mondo Etrusca, orgogliosi dei nostri allenatori, orgogliosi dei nostri ragazzi, orgogliosi dei nostri stupendi tifosi e sostenitori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.