Calcio dilettanti, ufficiali le promozioni a tavolino: sale in Prima il Ponte a Cappiano

Quote: un solo 1998 obbligatorio in Prima. Sgravi per le iscrizioni, i campionati inizieranno ad ottobre

Si è riunito stamani (13 giugno) il consiglio direttivo del Comitato Regionale Toscana, allargato a tutti i delegati provinciali,  per ratificare quanto deciso nella giornata di giovedì dal consiglio direttivo della Lega Nazionale Dilettanti e indicare le linee guida per l’organizzazione della prossima stagione sportiva.

Risultano promosse nella categoria superiore le prime squadre classificate in campionato al momento dell’interruzione dell’attività; in caso di parità di punti e stesso numero di partite passano entrambe, in caso di parità o disparità di punti con gare inferiori si ricorre alla media punti. Fra queste sarebbe così promossa anche il Ponte a Cappiano, prima a pari merito in Seconda Categoria girone B con il Malmantile.

Le uniche due retrocessioni su indicazione del consiglio federale riguardano le ultime classificate nei due gironi di Eccellenza. Non si dà luogo ad altre retrocessioni in nessun campionato dilettanti e giovanili.

Per quanto riguarda l’inizio dell’attività ufficiale dilettanti e giovanile (campionato dilettanti e settore giovanile) è intendimento del Comitato individuare una data nella prima metà di ottobre, consentendo così alle società di avere un tempo più che sufficiente per potersi preparare nel giusto modo e poter organizzare i tornei giovanili che non hanno potuto fare in questa stagione sportiva. Sempre nel periodo antecedente l’inizio del campionato potranno essere disputate le gare di Coppa.

Nei prossimi giorni saranno redatte le graduatorie di merito e prioritarie fra le società aventi diritto per i ripescaggi nelle categorie superiori. Il comitato ha deciso di limitare (eccezionalmente) ad una sola quota (1998) la presenza dei giovani in Prima Categoria. Non è stato possibile invece bloccare le quote in Promozione ed Eccellenza in quanto la Lega nazionale dilettanti ha deciso per il normale scorrimento (2000, 2001 e 2002). Il consiglio direttivo ha preso atto con soddisfazione sia dell’estesa rateizzazione dei costi dell’iscrizione ai campionati e del relativo contributo Covic disposto dalla Lnd e destinato sempre alle iscrizioni.

Come da sempre dichiarato dal presidente Mangini a questo contributo se ne aggiungerà un altro deciso direttamente dal Comitato regionale toscano che contribuirà a diminuire sensibilmente il costo complessivo dell’iscrizioni. È intenzione del comitato contribuire nei prossimi mesi con un’ulteriore somma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.