Serie D, referendum fra società per l’utilizzo degli ‘under’

Due le ipotesi sul tavolo. Se non ci sarà quorum occorrerà schierare un 2000, due 2001 e un 2002

Più informazioni su

Obbligo degli under per il campionato 2020/2021, prende il via da oggi (24 giugno) la consultazione tra i club della serie D.

L’iniziativa del Dipartimento interregionale scaturisce dalle numerose richieste pervenute in relazione alle classi d’età da utilizzare per i 4 calciatori “under” previsti per il prossimo campionato. Anche in ragione della particolare situazione verificatasi a causa dell’emergenza sanitaria, il dipartimento della Lnd ha deciso di sottoporre le ipoesi alla valutazione dei presidenti delle società aventi diritto a partecipare alla serie D 2020/2021.

Due le ipotesi sulle quali i club saranno chiamati a pronunciarsi. Nell’ipotesi A si potranno schierare 1 calciatore classe 2000, 2 calciatori classe 2001, 1 calciatore classe 2002; nella ipotesi B 1 calciatore classe 1999, 1 calciatore classe 2000, 1 calciatore classe 2001, 1 calciatore classe 2002;

La consultazione per essere valida, dovrà raggiungere il quorum minimo del 75 per cento (114 su 152 società aventi diritto), mentre servirà una maggioranza superiore al 10 per cento per vedere approvata una delle due ipotesi. In caso di mancanza del raggiungimento del quorum o della maggioranza richiesta per una delle due ipotesi, l’utilizzo dei 4 “under” obbligatori sarà quello previsto dal consiglio direttivo della Lnd: 1 calciatore nato nel 2000, 2 calciatori nati del 2001 e 1 calciatore nato nel 2002.

Le preferenze dovranno essere inviate via Pec al Dipartimento interregionale entro le 12 di venerdì (26 giugno).

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.