Leporaia, la gestione resta al Tuttocuoio. Coia: “Massima apertura per i gruppi amatoriali”

La società gestirà l'impianto anche per la stagione 2020-21

Altre richieste per la gestione, al Comune di San Miniato erano arrivate. Alla fine, però, la presidente del Tuttocuoio Paola Coia e il sindaco Simone Giglioli hanno appianato le divergenze e trovato l’accordo. D’altra parte le crisi (qui) servono anche a questo: a fare fronte comune e ripartire.

Il Leporaia, quindi, anche per la stagione 2020-21 sarà gestito dal Tuttocuoio. Se per la squadra la sorte è ancora incerta, la società ha almeno il suo primo punto fermo: la struttura di Ponte a Egola resta la casa dei neroverdi. Aperta a tutti, però: “Da parte del Tuttocuoio – è la garanzia della presidente – c’è la massima disponibilità nei confronti dei gruppi amatoriali nell’utilizzo della struttura”.

Così nella giornata del 4 agosto è stato raggiunto l’accordo, anche con l’assessore Loredano Arzilli. Un accordo che ha soddisfatto Coia e che permetterà nuovamente al sodalizio neroverde di portare avanti la tradizione consolidata della gestione dell’impianto. E il rapporto di fiducia con l’Amministrazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.