Serie B, Etrusca Basket nel girone A: ecco le avversarie

Oltre a squadre toscane sono presenti formazioni piemontesi e romagnole

Il consiglio federale della Fip  ha ufficializzato la composizione dei gironi di Serie B per la stagione agonistica 2020/2021, che inizierà il prossimo 15 novembre.

Ancora una volta la Blukart Etrusca San Miniato è stata inserita nel girone A, che però presenta molte novità rispetto allo scorso anno, tra riposizionamenti volontari delle società e decisioni federali.

In primo luogo il girone A torna ad essere composto da 16 squadre come gli altri tre gironi (il girone a 15 dello scorso anno è stata ovviamente un’eccezione) e di conseguenza nella prossima stagione vi sarà una retrocessione diretta (della 16° classificata) e due retrocessioni per le sconfitte dei play-out (che si disputeranno tra al 12° e la 15° e tra la 13° e la 14°).

Altra novità è la connotazione geografica del girone: oltre alle formazioni toscane e piemontesi (come negli ultimi campionati disputati) nella prossima stagione non vi saranno né squadre siciliane (come lo scorso anno) né squadre lombarde (come due, tre e quattro anni fa) ma bensì squadre emilano-romagnole (come nella stagione 2015-16, nostro primo campionato di Serie B).

Scendiamo più nel dettaglio e vediamo chi saranno le nostre avversarie e come sono giunte nel girone A di Serie B:

Le toscane saranno sette, come la scorsa stagione, ovvero Etrusca San Miniato, Golfo Piombino, USE Empoli, Basket Cecina e Pino Dragons Firenze, confermate rispetto allo scorso campionato, San Giobbe Basket Chiusi e Libertas 1947 Livorno, provenienti dalla Serie C Gold Toscana e che invece hanno acquisito il diritto a disputare il Campionato di Serie B avendo acquistato il titolo sportivo da altre società. Hanno chiesto il riposizionamento volontario e quindi disputeranno il campionato di Serie C Gold Toscana invece che quello di Serie B Montecatini Basketball e Lucca Basket Club.

Le piemontesi saranno quattro, anziché cinque come la scorsa stagione, ovvero Olimpo Basket Alba, Fortitudo Alessandria, Oleggio Magic Basket e Fulgor Omegna, tutte riconfermate. Non vi sarà invece Eagles Valsesia di Borgosesia che ha ceduto il proprio titolo sportivo.

Le emiliano-romagnole saranno invece cinque, ovvero Tigers Cesena, Raggisolaris Faenza, New Flying Balls Ozzano, Pro-Rinascita Basket Rimini, riconfermate in serie B rispetto alla scorsa stagione (girone C) e Andrea Costa Imola, che proviene dalla Serie A2 avendo chiesto il riposizionamento volontario.

Il girone si presenta assai più “comodo” dal punto di vista logistico (e di conseguenza meno dispendioso economicamente) rispetto agli ultimi quattro anni, beneficiando dell’ovvia maggiore vicinanza dell’Emilia Romagna non solo rispetto alla Sicilia, ma anche rispetto alla Lombardia. Per la prima volta infatti dopo quattro anni si tornerà ad avere trasferte con una distanza media inferiore ai 200 Km (197 Km, erano intorno a 250 Km negli anni con le lombarde) anche se in termini di tempi medi di percorrenza il vantaggio si concretizza solamente in 6-9 minuti rispetto agli anni con le lombarde, per la maggiore capillarità infrastrutturale della Lombardia. La trasferta più lunga rimarrà quella di Verbania (451 chilometri), per affrontare la Fulgor Omegna, quella più breve rimarrà Use Empoli (10 chilometri, ma da farsi tutti di un fiato).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.