Eccellenza, rivoluzione in attacco per il San Miniato. Il sogno è Nolè

Mister Venturini alza il sipario sulla squadra che parteciperà al prossimo torneo: "L'ideale sarebbe ripeterci come nella scorsa stagione"

Ci sarà ancora Luca Venturini a partire da lunedì (24 agosto) alle 15 a dirigere la preparazione del San Miniato Basso. Undici anni non consecutivi sulla stessa panchina: se non è un record poco ci manca.

Mister, i titoli di coda nel campionato scorso sono calati dopo la sconfitta a Livorno che di fatto dava alla Pro il via libera verso il titolo.
“Stavamo lottando per il secondo posto, volevamo ritagliarci uno spazio nei playoff. Per il San Miniato sarebbe stato il punto più alto della sua storia, peccato non aver avuto questa possibilità”.

E ora che squadra avete allestito?
“La ritengo buona, anche se mancano un paio di ragazzi nati nel 2002. Non vogliamo correre il rischio di prendere qualcuno tanto per prenderlo. Abbiamo aggregato diversi juniores alla prima squadra tra cui Capriglione, un 2002 che arriva dalla Primavera del Livorno. Marinari, Borselli e Battini rappresentano il nostro nucleo storico, Bozzi e Onnis pur essendo due ragazzi del 2000 sono con me da un paio di anni e quindi hanno raggiunto la piena affidabilità. I 2001 Fatticcioni e Accardo dovranno consolidare lo scorso campionato. Daremo fiducia a Bartoli un classe 2002 ragazzo dal profilo interessante che è già stato a contatto con i grandi. Il difensore del 2001 Landucci che arriva dal Pisa e l’attaccante Salvaggio anche lui 2001 lo scorso anno alla Beretti del Pontedera ma di proprietà sempre del Pisa e in avanti abbiamo fatto salire Cardini nostro capocannoniere con la juniores regionale”.

In difesa avete collocato Parenti, una garanzia
“Un ragazzo con oltre 200 presenze in serie D, al centro sarà affiancato da Bozzi o in alternativa da Marinari”.

Lo scorso anno ha schierato i suoi con un 4-3-3
“Era più un 4-3-1-2 anche se le caratteristiche di Remedi erano più da attaccante che da tre-quartista. Giudici è un giocatore che agisce dietro le punte ma svaria a tutto campo. Borgioli può essere la sua alternativa è stato operato al crociato, ci vorrà ancora un po’ per riaverlo. Un giocatore sanminiatese e al senso di appartenenza il direttore sportivo Geri e il patron Bertini tengono molto”.

In piena fase di campagna acquisti è arriva la tegola con l’infortunio di Damiano Mitra
“Era il nostro giocatore ideale per farlo giocare davanti alla difesa. Stiamo cercando vari profili, il sogno sarebbe riuscire a prendere Matteo Nolè. Il ragazzo vorrebbe accasarsi in serie D. La porta non l’ha chiusa del tutto nei nostri confronti. Se decidesse di arrivare ci farebbe compiere un bel salto”.

Il reparto che è cambiato totalmente è l’attacco
“Le partenze di Andreotti, Pirone e Remedi sono dovute a scelte di mercato. Stiamo parlando di giocatori forti. Andreotti voleva andar a giocare in serie D, Remedi dopo pochi giorni che ci eravamo incontrati ci ha comunicato di un’offerta importante ricevuta dal Fratres Perignano. Il nostro reparto ora è composto da ragazzi che vanno alla caccia del riscatto”.

Fofi può essere una scommessa, ma non Carnevale
“Carnevale arriva da due anni di infortunio, se si ricorda chi era potrebbe far bene. Fofi non è andato bene a Montevarchi ma in Eccellenza l’anno prima alla Rignanese aveva fatto molto bene. Le referenze che abbiamo e le qualità ci sono tutte”.

Possiamo mettere i volti all’albero di Natale?
“Battini in porta, l’asse centrale Bozzi Parenti, due giovani sulle corsie di difesa, a metà campo manca un giocatore davanti alla difesa, Bartoli e Borselli come mezzali, Giudici dietro Carnevale e Fofi. Abbiamo tante soluzioni”.

Quando spera di completare la squadra?
“La speranza sarebbe il prima possibile. Un giocatore come Nolè darebbe ordine e personalità”.

Che girone si aspetta.
“A prescindere dal girone sarà un campionato difficile con 12 squadre. Speriamo di fare meglio possibile sperando di guardare più alle parti nobili della classifica che a quelle basse. Il massimo sarebbe ripetere il campionato scorso. In una ripresa d’attività così è difficile fare previsioni. L’importante è togliersi il prima possibile dai bassifondi. Non ci sarà tanto tempo, dall’11 ottobre in poi si va dritti. Bisognerà partire bene e non puoi permetterti di fare esperimenti”.

Chi si ferma è perduto e i margini di errore si sono abbassati.

La rosa del San Miniato Basso 2020-21

Portieri: Alessio Battini, Filippo Giannangeli classe 2001 dalla Primavera del Pisa

Difensori: Tiberio Parenti dalla Caratese, Francesco Marinari, Nicola Bozzi, Marco Accardo classe 2001, Diego Fatticcioni classe 2001, Alessandro Landucci classe 2001 dalla Primavera del Pisa, Isaac Capriglione classe 2002 dalla Primavera del Livorno, Matteo Biondi classe 2002

Centrocampisti: Tommaso Borselli, Leonardo Tremolanti, Matteo Giudici dal Cascina, David Borgioli dalla Larcianese, Tommaso Bartoli classe 2002, Giulio Lami classe 2001, Filippo Bettini classe 2001, Samuele Onnis

Attaccanti: Davide Carnevale dal Poggibonsi, Flavio Fofi dall’Aquila Montevarchi, Niccolò Cardini, Lorenzo Salvaggio 2001 dalla Primavera del Pisa, Kevin Bune classe 2002

Il programma

29 agosto Valdinievole Montecatini – San Miniato

2 settembre alle 18,30 Montespertoli – San Miniato

5 settembre Forcoli – San Miniato

9 settembre alle 20,30 Real Cerretese – San Miniato

12 settembre alle 17 Urbino Taccola – San Miniato

16 settembre alle 21 Meridien – San Miniato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.