Dubbi sui protocolli di sicurezza, i dilettanti rischiano di fermarsi ancora

Tam tam fra società, alcune sospendono l'attività a data da destinarsi

Poca sicurezza nei protocolli e il calcio dilettanti rischia di fermarsi. È diventato un tam tam fra le società dilettantistiche e alcune, in vista dell’inizio della stagione, hanno deciso di dire, intanto, stop.

Questo il messaggio che rimbalza da Firenze a Pisa, passando per Pistoia e Prato e che potrebbe presto essere recepito anche in altre zone della regione: “Rilevata una preoccupante ripresa dei contagi di Covid19, in assenza di un protocollo di sicurezza compatibile con le realtà sportive dilettantistiche ed in attesa di un atto chiarificatore circa le responsabilità civili e penali delle società sportive conseguenti ad eventuali contagi, anche a tutela del propri atleti e dirigenti, la società si vede costretta a sospendere la ripresa di ogni forma di attività sportiva fino a data da destinarsi“.

Come andrà a finire?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.