“Non eravamo pronti a fronteggiare al doppio impegno”, ora il Capanne sogna la salvezza foto

Il Ds Melai: "Credo che le trasferte saranno meno lunghe. Penso che sia la geografia a determinare il campionato"

Lo scorso anno il Capanne fu una squadra bella in Coppa ma non in campionato. Una squadra che si esaltò nella gara senza appello per spingersi alle semifinale di Coppa Toscana, in un terreno fino ad allora inesplorato dai neroverdi. Andrea Melai in qualità di direttore sportivo si è saputo dare una spiegazione.

“Complessivamente è stata una stagione importante, ottima in Coppa. Non eravamo pronti a fronteggiare al doppio impegno. Qualcuno la domenica ha sofferto la gara ravvicinata: è come se hai una macchina che ha una potenzialità per correre a 180 chilometri orari e invece riesce a farne 150. Non sfrutti pienamente il suo potenziale. Alla lunga questo l’abbiamo pagato. E questo ha portato a farci fare delle riflessioni in sede di mercato”.

Vi ha messo sull’attenti questo aspetto?
“Abbiamo cambiato strategia economica e tecnica. Veniamo da una fase in cui le difficoltà economiche pesano notevolmente sugli aiuti derivanti dalle ditte. Le richieste formulate dai ragazzi in alcuni casi erano distanti dalle nostre possibilità”.
Quindi il vostro mercato ha virato in altre soluzioni?
“Basta vedere l’attuale rosa. Ora ci sono 9 vecchi a fronte dei 12 della passata stagione”.
Perdete in garanzia e acquistate in freschezza.
“I giovani che sono arrivati hanno nel pedigree apparizioni in Eccellenza. Ferretti con la Cuoiopelli dopo aver giocato fino agli Allievi Nazionali dell’Empoli, Talini a Fucecchio, Zanaboni che ha giocato a Fucecchio e a Larciano, Guido Morelli che nella passata stagione è arrivato da noi dalla Cuoiopelli e Spella con apparizioni a Cascina in Eccellenza”.

Non c’è il rischio di frustrazione nei ragazzi dopo aver militato nel campionato più importante a livello regionale?
“Le loro qualità le conoscevo, ho cercato di capire se a Capanne sarebbero arrivato motivati. E se sono qui…”.
Un campionato come quello scorso cosa vi ha insegnato nella gestione della rosa?
“Sarebbe molto bello riconfermarsi. Se arrivassimo a gennaio per giocare i quarti dovremo fare una scelta societaria. Puntiamo ancora alla Coppa o pensiamo al campionato. Se vogliamo continuare ad andare avanti, occorre aggiungere alla rosa un paio di elementi”.

Avete cambiato metà squadra, causa Covid.
“Sono rimasti i nostri giocatori cardine. Il nostro bomber Bracci, dietro abbiamo rimpiazzato la partenza di Lamberti con Giulio Morelli che aveva vinto il campionato con il Meridien. In difesa sono stati confermati Raffalli, davanti è arrivato Randi in un reparto d’attacco completato da Ilheschi e Valiani. E’ una squadra equamente divisa 10 vecchi e altrettanti giovani”.
Occorrerà del tempo per farli diventare una squadra?
“Ecco perché la preparazione è appena iniziata”.

E’ stato esigente nelle richieste l’allenatore Doveri?
“Sapevo quali erano le sue priorità. Voleva due esterni alti, un attaccante che attaccasse la profondità, due terzini sinistri. Poi se ci sarà da realizzare un colpo da 90 proveremo a farlo”.
La vicinanza sociale nemica del coronavirus sarà quella che determinerà il girone?
“E’ un’opinione mia ma credo che le trasferte saranno meno lunghe. Penso che sia la geografia a determinare il campionato. Si parla di 8 gironi di Prima Categoria”.

Chi vede come favorita?
“Ad oggi il Calci, hanno fatto un ottima squadra, vedremo se saranno bravi a gestirla”.
E le altre?
“Facciamole ultimare e poi ne parliamo”.
E voi quale traguardo vi date?
“La salvezza, poi vediamo. Se penso allo scorso campionato eravamo quinti al termine del girone d’andata e poi siamo scivolati un una posizione media bassa di classifica”.

Meglio aver paura che…
“Sarei un ipocrita se ad oggi pensassi a qualcosa in più. Ci sono tanti giovani con i quali puoi passare velocemente dalle stelle alle stalle”.
E qui ha nessuno piacciono gli sbalzi di classifica.

Rosa Capanne 2020-21

Portieri: Manuel Raffa classe 00 dal Ponte Buggianese, Francesco Batoni classe 00

Difensori: Andrea Mandorlini classe 00, Niccolò Poggianti classe 01, Alessio Aurilia, Edoardo Talini classe 01 dal Fucecchio, Valter Raffalli, Giulio Morelli dal Meridien Larciano, Simone Spella classe 01 dal Cascina

Centrocampisti: Gabriele Rossi, Stefano Fogli, Emiliano Testaino classe 01, Alessio Zanaboni dall’ ASD San Miniato, Filippo Ferretti dall’Atletico Etruria classe 00

Attaccanti: Lorenzo Bracci, Alex Ilheschi , Alessio Randi dal Casciana, Tommaso Valiani dal Fucecchio classe 01, Guido Morelli

Staff tecnico

Allenatore: Antonio Doveri

Allenatore juniores: Stefano Zuchegna

Preparatore dei portieri: Fabiano Macelloni

Fisioterapista: Federico Lo Vizio

Organigramma societario

Presidente: Carlo Coscetti

Vice presidente: Vittorio Sforza

Direttore Generale: Giovanni Di Gianni

Direttore sportivo: Andrea Melai

Programma amichevoli

3 settembre ore 19 Capanne – Forcoli juniores elite

5 settembre ore 16 Capanne – Ponsacco

10 settembre quadrangole a Santa Maria Monte semifinale Capanne – Treggiaia orario da stabilire

12 settembre ore 16 Castelfranco – Capanne

17 settembre quadrangolare eventuale finale primo o secondo posto o terzo-quarto a Santa Maria a Monte con Stella Azzurra o Santa Maria a Monte orario da decidere

24 settembre ore 19 Capanne – Fucecchio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.