Quantcast

Capannoli ai capannolesi: tutto pronto per la nuova stagione

Squadra affidata a Diego Carboni. Primo test senza reti con il Lajatico

Si può essere amici per sempre, anche quando le vite ci cambiano. Ma tra amici non c’è mai un addio. Chissà se nella dirigenza del Capannoli non c’è qualcuno che si sia ispirato alla canzone dei Pooh per affidare la panchina a Diego Carboni.

“Io ho vestito questa maglia per una sola stagione, ma con i dirigenti di allora il cordone non si è mai staccato”.

Un legame indissolubile. Ma il calcio può vivere ancora di sentimenti?
“Per fortuna ci sono ancora dei valori. Umanamente parlando, qui ci sono persone vere, dirigenti a 360 gradi. Fabrizio Donati è un valore aggiunto, l’ho avuto come allenatore, ora è il nostro direttore generale. È bravissimo a sdrammatizzare è un classico dirigente. Suo figlio Andrea Salvini è stato un mio compagno di squadra 15 anni fa nell’unica stagione in cui ho indossato questa casacca. Era un discreto giocatore”.

Qual è il motivo di tanto corteggiamento?
“Credo che loro si sono ricordati delle sfide con il Crespina nella passata stagione in Seconda Categoria e di due anni fa in Terza. Nel contattarmi mi hanno detto che siamo stati la squadra che gli ha creato parecchie difficoltà. Poi ribadisco non solo l’aspetto tecnico, l’amicizia ha reso possibile questa scelta, l’aspetto umano. Mi fanno sentire a casa, mi ha colpito la loro voglia di fare”.

Ci illustri…
“Vogliono portare avanti un progetto ambizioso. Ma la crescita deve avvenire attraverso dei passaggi fondamentali. La riscoperta di quei valori che tante società non hanno più. Il senso di appartenenza, la voglia di scendere in campo, quei valori che a Capannoli una volta c’erano”.

Si può quantificare questa crescita?
“L’intensione sarebbe quella di salire in fretta di categoria. Io parlo invece di miglioramento, poi vediamo. Si dice sempre che l’appetito viene mangiando”.

A lei è venuta l’acquolina?
“Siamo stati sei mesi senza calcio, mi hanno spiegati per filo e per segno quali tutte le dinamiche societarie. Mi hanno fatto tornare il fuoco dentro”.

Da avversario della sua attuale squadre che idea aveva?
“Un buon gruppo. Questa era una squadra che quando il calcio si è fermato era settima ad un punto dalla Cella e il campionato non era finito”.

E i riscontri dopo la prima settimana di preparazione come sono stati?
“Mi hanno confermato che la loro vera forza è il gruppo, su 22 ragazzi 18 sono di Capannoli”.

Di cui 4 cugini, Regoli, Matteo e Edoardo Bottoni e Giuntini.
“Ho notato la voglia di lavorare e l’intensità con la quale hanno sostenuto gli allenamenti. Il lavoro svolto dall’allenatore Niccolò Salvadori nella passata stagione mi ha spianato la strada. La rosa devo valutarla. Quando è iniziata la preparazione ho preso da parte i senatori Bagagli, Galluzzi, Disegni, Squarcini, Lapucci, Giuntini e Mirko Bracci e gli ho detto che su di loro ci conto”.

La prima amichevole con il Lajatico che indicazioni ha fornito?
“Abbiamo pareggiato per 0-0. Considerando la prima uscita, considerando il caldo, abbiamo tenuto bene il campo, mostrando anche delle buone trame. Abbiamo iniziato con il 4-4-2 poi nel secondo tempo abbiamo giocato con il rombo chiudendo con il 3-5-2”.

Quale modulo pensa di proporre durante l’annata?
“Come si è visto a Lajatico posso cambiare tranquillamente sono elastico. Anche perché non bisogna fossilizzarsi sui moduli c’è da tener conto anche degli infortuni”.

Progetto a lungo termine, ma nell’immediato?
“L’importante è iniziare cercando di stare nelle zone alte, senza proclami. Cercando di far bene per riportare i capannolesi alla partita, quei giusti sapori che avevo provato da giocatore vorrei riviverli da allenatore”.

Chi vede tra le favorite?
“Treggiaia e Pecciolese”.

Rosa Capannoli 2020-21

Portieri: Luca Bagagli, Nico Carpitelli

Difensori: Matteo Picchi, Dario Cecconi, Nicola Bitozzi, Simone Regoli, Lorenzo Iacopini, Matteo Bottoni, Mirko Bracci, Andrea Lapucci

Centrocampisti: Edoardo Bottoni, Mirko Disegni, Leonardo Giuntini, Lorenzo Squarcini, Lorenzo Picchi, Mirko Terreni

Attaccanti: Matteo Galluzzi, Filippo Marconi, Filippo Bracci, Luigi Mancino, Davide Ribechini classe 2001 in prestito dal Cascina, Niccolò Guidi

Staff tecnico

Allenatore: Diego Carboni

Allenatore in seconda: Marco Ribechini

Preparatore dei portieri: Paolo Cecconi

Massaggiatore: Alessio Caciagli

Organigramma societario

Presidente: Niccolò Salvadori

Vicepresidenti: Gabriele Papineschi e Alberto Corrado

Direttore generale: Fabrizio Donati

Team manager: Giovanni Salvadori

Consigliere: Dino Posarelli

Tesoriere: Cristiano Arcenni

Segretario: Francesco De Marco

Prossime amichevoli

9 settembre Capannoli – Monteserra alle 20,30

12 settembre Capannoli – Berretti Pontedera alle 20,30

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.