Canottieri San Miniato a Trieste per un trofeo… speciale foto

La gara di canottaggio era riservata alla categoria dei ragazzi con disabilità

L’importante, in questo caso, è davvero partecipare. Ma alla Canottieri Adria di Trieste, l’11esima edizione del trofeo Paolo Fattori è pur sempre una gara. C’era anche la Canottieri San Miniato al Trofeo che rientra nel programma di special olympic ed è una gara di canottaggio riservato alla categoria dei ragazzi “speciali,” ragazzi con disabilità mentale.

La Canottieri San Miniato nonostante tutte le restrizioni normative che il covid 19 impone non ha voluto mancare a questo importante appuntamento, più che altro dare ai ragazzi special la possibilità di partecipare almeno ad un evento di canottaggio nel 2020 dato che tutti gli altri eventi sono stati annullati per colpa del virus.

Il circolo remiero sanminiatese nell’organizzare l’evento ha messo in pratica il protocollo previsto dal Coni: distanziamento dei club partecipanti, dichiarazioni personali sottoscritte, controllo della febbre all’ingresso, obbligo di mascherina per tutta la durata dell’evento salvo durante la gara. “Non è stato semplice fare tutto questo – racconta il presidente Enzo Ademollo – ma era giusto mettere al sicuro prima di tutto la salute dei partecipanti”.

Alla manifestazione hanno partecipato un centinaio di atleti provenienti dai club: Canottieri Lazio (Roma), Canottieri Adria (Trieste), Canottieri Sportlandia (Livorno), Canottieri Firenze, Canottieri Armida (Torino), Canottieri Esperia di Torino. Nel giorno del sabato nonostante il forte vento si sono svolti i preliminari di canottaggio e nel giorno di domenica le finali che hanno visto gli atleti dell’Adria di Trieste raccogliere i migliori piazzamenti. I ragazzi Simone Marchiori, Lorenzo Vannucci, Fabio Rocco, Matteo Lupi, Niccolò Bianchi e Luigi Sifanno della Canottieri San Miniato si sono classificati quinti dietro Adria, Esperia, Firenze e Armida.

La manifestazione si è conclusa con il consueto pranzo offerto dalla Canottieri San Miniato, momento anche di grande partecipazione seppur distanziati, la canottieri ha potuto contare su circa 25 soci volontari e per la prima volta insieme ai soci della Canoa San Miniato (qui) che si sono prodigati per il buon funzionamento della manifestazione.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.