“Abbiamo vinto un derby che non si presenterà più”, il dopo di Fucecchio – Cuoiopelli

Le squadre tornano a concentrarsi sul campionato

Dopo Fucecchio Cuoiopelli (qui), esce dal proprio spogliatoio Marselli e analizza la prova dei suoi. “La squadra non ha fatto male. Tranne il calcio di rigore, non abbiamo subito altri tiri in porta”.

Massima punizione causata da una vostra irruenza.
“Dovuta all’esperienza che manca. Guardi, se devo essere sincero, qualche minuto prima il direttore di gara non aveva concesso loro un calcio di rigore più evidente. Quindi non puoi pochi minuti dopo incorrere in un’altra ingenuità, è chiaro che dopo l’arbitro non ha più esitato. Poi recuperare la gara contro questo avversario non era facile”.
Rispetto a due settimane fa siete in crescita.
“Abbiamo messo una squadra come il Fucecchio nella loro metà campo, come condizione ci siamo. Da un punto di vista atletico siamo andati molto meglio. Le nostre palle gol le abbiamo avute con Dal Poggetto, Petracci e Magnani nella mischia nelle battute conclusive”.

Si è rivisto Petracci ma non è quello che conosciamo.
“Oggi ha sostenuto la sua prima gara ufficiale, ha avuto problemi alle costale, era al rientro e si è allenato poco. E’ stato importante riaverlo”.
Per il secondo anno consecutivo il Fucecchio vi elimina.
“Per noi la Coppa era una tappa di avvicinamento al campionato, ci tenevamo ma sappiamo anche che la nostra crescita passa anche da questi passaggi”.
Domenica esordio con il Tau. Una grande del girone.
“Sono fiducioso per le risposte che ho avuto dai ragazzi. Si prepareremo in maniera adeguata. Ci attende una partita difficile. Speriamo di arrivarci al meglio, numericamente siamo un po’ corti”.

Lorenzo Collacchioni è tra gli ultimi a uscire dal proprio spogliatoio. In campionato non riuscite a battere la Cuoio allora vi vendicate in Coppa?
“Era un obiettivo. La prestazione è stata importante più per la partita per dare soddisfazione alla gente, abbiamo vinto un derby che nel corso dell’anno non si presenterà più”

Eravate stati molto più belli all’andata.
“Tutte le partite non nascono uguali. Ma ho visto la squadra quadrata. Ho vissuto il primo tempo dalla tribuna e il secondo dalla panchina”.
Perché questa scelta?
“Oggi ero alla Prima Comunione di mia figlia e ho visto dalla tribuna il primo tempo. Devo dire che dalla tribuna si soffre di più. Ma mi sono reso conto che anche senza di me con il mio collaboratore Giorgetti a impartire disposizioni siamo in buone mani”.

Che cosa l’ha colpita di più?
“La volontà dei ragazzi nel mettersi a disposizione”.
Aver realizzato due soli gol in due gare, per la mole di opportunità che avete avuto, finalizzate poco in proporzione
“Intanto arriviamoci. L’importante è costruire, dobbiamo migliorare tante piccole dinamiche…”
In che senso?
“Taraj e Paccagnini sono due attaccanti generosi e di qualità. Taraj ha bisogno di maggior tempo per entrare in condizione vista la sua struttura fisica, Paccagnini arriva da un lungo infortunio e quando ha ripreso a giocare la stagione è stata dichiarata conclusa. In più ci sono Rigirozzo e Di Biase che sono pronti per essere gettati nella mischia. Andiamo a diritto con i paraocchi”.

In Coppa sono caduti i grossi calibri sono andati a casa San Miniato, Cascina, Massese e Fratres Perignano, tra le grandi solo voi avete risposto all’appello.
“Ora archiviamo la Coppa, ci penseremo più avanti. Domenica affronteremo su questo campo il Ponsacco e sarà una gara difficile. Se sono stati capaci di eliminare il Fratres Perignano vuol dire che hanno dei valori. Ora ci concentreremo su questa gara punto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.