Eccellenza, exploit del Tuttocuoio. La Cuoiopelli schiuma rabbia

Ok il San Miniato Basso, per il Fucecchio scoppiettante pari a Poggibonsi

Girone A

Zenith Audax-Cuoiopelli 3-1

ZENITH AUDAX: Cecconi, Perugi, Gonfiantini, Francesconi, Maretto, Bagni, Michelotti, L. Gori, Pagnotta (32’st Silva Reis), Falteri (32’st I. Mari), Manganiello (35’st Del Bianco). A disp.: Evi, Benvenuti, Braccini, Parlato, Iavarone, Vollero. All. Bellini
CUOIOPELLI: Lampignano, Bagnoli, Isola, Falivena, Ghelardoni, Zocco (32’ st Passerotti), Diomande (21’ st Buscè), Cornacchia, Pirone, Petracci, Dal Poggetto (18’ st Carli). A disp. Poli, Iannello, Marzi, Fambrini, Magnani, Matteoni. All. Marselli
ARBITRO: Niccolai di Pistoia (Barretta e Gallà di Pistoia)
RETI: 40’ pt Petracci (C), 15’ st rig.Pagnotta (Z), 28’ L. Gori (Z), 35’ st Manganiello (Z)
NOTE: Ammoniti: 20’ pt Diomande, 45’ pt Bagni, 15’ st Zocco, 17’ st Michelotti, 21’ st Carli, 24’ st Maretto, 36’ st Carli, 43’ st Bagnoli. Espulso: 8’ st Pirone (C fallo di reazione), 29’ st Marselli (C proteste).

Schiuma rabbia la Cuoio per la sconfitta patita in casa dello Zenith. Il confronto è cambiato in avvio di ripresa dopo pochi minuti, al termine di un’iniziativa avviata da Pirone rifinita per Petracci e conclusa da Dal Pogetto sul portiere poteva essere la palla del raddoppio.

Invece sul ribaltamento dell’azione Perugi commetteva un fallo da dietro su Pirone, il quale da terra lo scalciava e veniva giustamente espulso. Nulla da eccepire. Subito dopo un tocco di petto-spalla di Zocco veniva punito dal direttore di gara con la massima punizione tradotta in gol da Pagnotta.

Poco dopo sul versante opposto una strattonata su Petracci all’interno dei sedici metri locali non veniva sanzionata con la massima punizione. In inferiorità numerica in seguito ad un calcio piazzato lo Zenith operava il sorpasso con Michelotti e al termine delle più classiche azioni di rimessa con la Cuoio sbilanciata arrivava la rete di Manganiello che faceva cadere i titoli di coda. Nel finale altra trattenuta su Petracci chiuso da due avversari in area anche qui non sanzionata negando ai conciari la possibilità di riaprire i giochi.

La Cuoio che aveva interpretato bene la sfida era arrivata alla pausa in vantaggio grazie alla rete di Petracci servito da una palla filtrante di Dal Poggetto. Il direttore sportivo Sandro Marcheschi si è così espresso al termine della gara: “Chiederò spiegazioni alla federazione, senza nessuna comunicazione è stata cambiata la terna designata. La gara soveva essere diretta da una terna del Valdarno ed invece ci siamo trovati di fronte una terna di Pistoia, con gli assistenti che chiamavano per nome i giocatori dello Zenith. Non credo che sia una cosa regolare”.

Girone B

Castelfiorentino-Tuttocuoio 0-3

CASTELFIORENTINO: Costa, Campatelli, Vecchiarelli, Maltinti, Vallesi, Trapassi, Giorgio, Cortopassi, Bruzzone, Mitra, Bracci. A disp. Cianti, Rustioni, Sarti, Falorni, Novelli, Pellegri, Zanaj, Salucci, Di Raffaele. All. Ghizzani
TUTTOCUOIO: Morgillo, Caradonna (15’ st Ercoli), Bertolucci, Vittorini, Visibelli, Fino (30’ st Balduini), Orlandi, Campelli, Chiumarulo, Fanucchi (10’ st Scopelliti), Chiti. A disp. Bianchi, Antoniotti, Baldini, Ndaw, Petova, Turco. All. Cipolli
ARBITRO: Colombi di Livorno (Marconi di Arezzo e Cacelli di Livorno)
RETI: 9’ Chiumarulo, 17’ Fanucchi, 30’ aut. Trapassi.

Esordio con successo per Andrea Cipolli sulla panchina del Tuttocuoio. I nero-verdi con un grande primo tempo mettono in cassaforte il risultato. Atteggiamento, giusto, grande determinazione da parte dei conciari che gettano immediatamente le basi per espugnare il “Riccardo Neri”. L’avvio aggressivo è premiato nelle battute iniziali ripartenza degli ospiti palla a Fanucchi il cui diagonale non è trattenuto da Costa, Chimarulo da due passi appoggia in porta. Dopo il primo quarto d’ora una perla di Fanucchi vale il raddoppio.

Fino allunga sopra la linea difensiva dei castellani per Fanucchi, il quale con un sombrero si libera di un avversario e al volo di piatto sinistro spedisce la sfera alle spalle dell’estremo di casa. Alla mezz’ora vengono anticipati i titoli di coda, Angolo tagliato in area di rigore con ultimo tocco nella propria porta di Trapassi. Il signor Colombi della sezione di Livorno concede solo un calcio di punizione ai conciari su un inserimento di Campelli sul quale sembravano esserci le condizioni della massima punizione e di un cartellino rosso.

In avvio di ripresa a scopo precauzionale Fanucchi viene sostituito, il Tuttocuoio non si danna l’anima cercando di congelare la partita, rischiando solo su palle inattive. Cipolli vendica così la sconfitta dello scorso anno interna con il Castelfiorentino per 5-0 che gli costò l’esonero, confermandosi la bestia nera di Ghizzani, visto che in un derby l’ 8 ottobre 2017 giocato tra Cuoiopelli e Fucecchio gli riservò lo stesso trattamento tenuto nella giornata odierna.

Poggibonsi-Fucecchio 2-2

POGGIBONSI: Lupi, Banchelli, Razzanelli, Galbiati, De Vitis, Borri, Milanesi, Camilli, Flores, Rosi, Caggianese. A disp. Motti, Neri, Saventi, Manfredi, Doda, Volentieri, Biagi, Cioni, Calamassi. All. Calderini
FUCECCHIO: Del Bino, Nardi, Menichetti, Lecceti, Malanchi, Papa (1’ st Kazazi), Bruchi (1’ st Paccagnini), Ghelardoni, Rigirozzo (46’ st Marianelli), Demi (40’ st Di Biase), Taraj (25’ st Ferraro). A disp. Parrini, Banchi, Doni, Falaschi, Marianelli, Di Biase, Ferraro. All. Collacchioni.

ARBITRO: Papagno di Roma 2 (Bisku e Ferretti di Pistoia)
RETI: 31’ pt Flores (P), 39’ pt Bruchi (F), 41’ pt Milanesi, 33’ st Rigirozzo (F)
NOTE: Ammoniti: Ghelardoni. Al 20’ Camilli (P calcia sul palo un calcio di rigore)

È sembrato di rivivere il film del turno scorso. Non è impeccabile ai blocchi di partenza la squadra di Collacchioni e rischia di capitolare. La salva Del Bino negando a Flores la via del gol, la salva il montante sul quale spedisce un calcio di rigore a favore la formazione valdelsana con Camilli intorno a metà tempo. Dopo essere vacillata ma rimanendo in piedi, la squadra di Collacchioni cade quando la sfuriata dei leoni sembra finita. Un incornata di Flores diventa imprendibile per Del Bino dopo aver toccato terra. Scossa dallo svantaggio reagisce la formazione bianconera e coglie il pareggio con un tracciante di Bruchi che termina all’incrocio dei pali da trenta metri davvero una prodezza.

Il tempo di riprendere il gioco e ci sarebbe la possibilità di capovolgerla ma Taraj enziche concludere solo davanti al portiere porge a Rigirozzo in posizione di fuorigioco. Dal probabile vantaggio al gol del Poggibonsi il passo è immediato. Caggianese pennella per Milanesi che sul versante opposto supera Del Bino dall’area piccola. Cambia modulo Collacchioni dal 4-3-1-2 passa al tridente alle spalle della punta con gli ingressi di Kazazi e Paccagnini con quest’ultimo esterno alto con Taraj unica punta, Ghelardoni e Malanchi nel ruolo di mediani. Il Poggibonsi subisce una flessione inevitabile dopo un primo tempo sopra le righe.

La spinta bianconera è costante Demi decide di non infierire davanti a Lupi sull’imbeccata di Paccagnini scaricando sull’estremo difensore un rigore in movimento, Rigirozzo lo vendica poco dopo in seguito ad un tiro dalla bandierina. Per sbancare il Lotti vengono getatti nella mischia anche Ferraro e Di Biase ma la supremazia non produce altre azioni rilevanti. Il Fucecchio con due squadre dal pasato blasonato come Ponsacco e Poggibonsi esce imbattuto. Anche questi possono essere esami di maturità.

San Miniato Basso-Certaldo 1-0

SAN MINIATO BASSO: Battini, Accardo, Bozzi, Taddei (24’ st Maglio) Parenti, Marinari, Borselli, Nole, Micchi (38 st Onnis), Danieli Vaz, Fofi. A disp. Giannangeli, Selvaggio, Giudici, Tremolanti, Cardini, Carnevale, Biondi. All. Venturini.
CERTALDO: Lisi, Bandini, Molia (47’ st Borgognoni), Kamberi, Olivieri, Volpini, Bagnoli (14’ st M. Corsi), Di Leo (25’ st Chiostrini), Imbrenda (37’ st Pampalone), Kthella, Dini (6’ st S. Corsi). A disp. D’ Antonio, Ciravegna, Ulivieri, Orlandini. All. Ramerini
ARBITRO: Bassetti di Lucca (D’Amaro e Lagana di Siena)

RETI: 4’st Fofi
NOTE: Ammoniti: Bozzi, Nole, Marinari, Micchi, Olivieri. Espulso: 36’ st Olivieri (C doppia ammonizione)

Con una rete di Fofi in avvio di ripresa il San Miniato Basso centra il primo successo casalingo all’esordio casalingo. Ancora una volta l’undici di Venturi ha costruito molto e portato a casa il minimo sindacale. In una gara di dominio sono due le palle gol costruite dai ragazzi di Venturini nel primo tempo, Danieli Vaz nelle battute iniziali colpisce la traversa anticipando con la punta un avversario e lo stesso calciatore italo-brasiliano su un iniziativa di Fofi a alzare incredibilmente la mira su un suggerimento di Fofi a due passi con il portiere Lisi ormai fuori causa. Bello in gol all’alba della ripresa che sblocca la situazione stavolta le parti tra Danieli Vaz e Fofi si invertono al termine di una bella azione avviata da Borselli. Fofi sul centro del compagno in avvitamento di testa allunga la traiettoria della sfera sul palo lungo non dando via di scampo a Lisi. Da qui inizia la serie delle palle gol sprecate in un elenco riservato a Micchi, Fofi e in due circostanze a Onnis tenendo così il risultato in bilico. Proprio nella lunga fase di recupero scaturita da un infortunio di Battini per poco di scappa la beffa al termine di un contropiede. È Parenti sulla linea di porta a blindare i tre punti allontanando una conclusione di Chiostrini a Battini battuto. Nella giornata in cui ha esordito in giallo-rosso l’ex Lucchese, Matteo Nolè il San Miniato ha rischiato di subire gol nell’unica occasione concessa all’avversario così che era avvenuto nel turno precedente a San Vincenzo con l’Atletico Piombino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.