Super rimonta sul finale, il derby è dell’Etrusca

Gara di carattere e caparbia quella della Blukart contro Use Empoli

Blukart Etrusca San Miniato – Use Empoli 77 – 69

Blukart: Santini, Carpanzano 12, Caversazio 12, Neri 11, Benites 2, Regoli Fed 4, Quartuccio 5, Lorenzetti 15, Capozio 3, Tozzi 13, Ciano, Regoli Fra ne. All. Barsotti Ass. Carlotti, Miniati e Latini

Use: Restelli 14, Falaschi 8, Ingrosso 2, Sesoldi 11, Vanin 1, Giannone, Mazzoni ne, Turini 8, Cerchiaro ne, Crespi 5, Antonini 10, Villa 10. All. Marchini Ass. Corbinelli e Valentino

Parziali: 14 – 23, 32 – 36, 59 – 52, 77 – 69

Arbitri: Edoardo Ugolini di Forlì e Nicolò Bertuccioli di Pesaro

Gara di carattere e caparbia quella della Blukart, che riesce a rimontare uno svantaggio a due cifre nel derby con Use Empoli. La partenza degli ospiti è scintillante con un Restelli, migliore dei suoi a fine gara con 14 punti, chirurgico dall’arco, che annichilisce la difesa di San Miniato, che commette insolite distrazioni. Caverasazio e Neri riescono a limitare i danni alla prima sirena, che vede comunque Use avanti di 9 lunghezze. L’inizio del secondo quarto vede nella prima parte ancora gli empolesi grandi protagonisti, riuscendo a raggiungere il massimo vantaggio sul 33 a 16 al 14′ minuto; l’Etrusca però si scuote trovando dalla panchina l’energia e la quantità dei giovani Santini e Regoli, che riescono a cambiare l’inerzia della gara, insieme alla solida prova offensiva di Neri, riducendo il gap all’intervallo a soli 4 punti, sul 32 a 36. Nel terzo quarto i ragazzi di coach Barsotti cambiano marcia e trovano subito il vantaggio con i canestri di Carpanzano, Quartuccio e Lorenzetti, quest’ultimo top scorer della gara con 15 punti.

A dieci minuti dal termine la Blukart conduce di 7 lunghezze, grazie alla bomba allo scadere di Capozio, e nell’ultima frazione riesce a raggiungere anche il vantaggio di 17 punti, sul 70 a 53, a quattro minuti dal termine, con un Tozzi a suo agio contro le difese tattiche di Empoli. Nell’ultima parte di gara Falaschi e Villa riescono a ricucire lo svantaggio, senza però impensierire Benites e compagni, che possono festeggiare un bel successo in una gara difficile e avvincente.

“Non nascondo che mi aspettavo una grande partenza da parte dei nostri avversari, dopo la sconfitta che avevano sofferto in casa nell’ultima gara, e così è stato – dice coach Federico Barsotti -. Il nostro approccio alla gara è stato insufficiente, abbiamo sofferto troppo i contatti e abbiamo commesso troppe disattenzioni sui due lati del campo. Da metà secondo quarto abbiamo saputo cambiare l’inerzia della gara e sono contento che questo sia avvenuto grazie alla nostra panchina e ai nostri giovani, che si sono fatti trovare pronti in un momento chiave della gara. Anche il finale di gara non è stato soddisfacente, con gli ultimi cinque minuti gestiti male: dobbiamo essere più cinici nei finali, senza concedere soluzioni facili, quando il risultato sembra ottenuto. Questa con Use è una vittoria importante, in un campionato corto e difficile, dove i due punti, saranno sempre più difficili da ottenere e valgono sempre di più”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.