Quantcast

Etrusca San Miniato, vittoria sofferta contro Cecina

Dopo l'exploit con Livorno la Blukart conquista altri due punti nella sfida ai labronici

Blukart Etrusca San Miniato – Sintecnica Basket Cecina 87 – 83 (23 – 28, 44 – 44, 70 – 66)
BLUKART SAN MINIATO: Santini, Carpanzano 18, Caversazio 12, Neri 19, Benites 13, Regoli Fed 6, Quartuccio, Lorenzetti 15, Capozio 2, Tozzi 2, Ciano ne, Regoli Fra. ne All. Barsotti Ass. Carlotti, Miniati e Latini.

BASKET CECINA: Di Meco 8, Guerrieri ne, Pellegrini ne, Ceparano 13, Gnecchi 8, Nwokoye 15, Bartoli ne, Pistillo 15, Trassinelli 4, Bechi 15, Filahi 5, Greggi. All. Russo Ass. Elmi.

ARBITRI: Francesco Cascina e Marcello Martinelli di Brescia

Gara di sofferenza per la Blukart, che riesce letteralmente a strappare i due punti in palio ad una Cecina, che ha saputo mettere in campo per tutti e quaranta i minuti grande vitalità e spavalderia. Nonostante le pesanti assenza di Bartoli e Guerrieri, gli ospiti partono subito fortissimo, mettendo in difficoltà la difesa biancorossa, grazie alla verve in fase offensiva di Nwokoye e Di Meco.

Per i ragazzi di coach Barsotti è necessario l’ingresso dalla panchina di Neri e Benites per chiudere il primo quarto sul 23 a 28, dopo essere stata sotto anche di dieci lunghezze. Nel secondo quarto l’Etrusca trova ancor le energie dalla panchina per trovare il primo vantaggio, grazie ad un break importante di 6 punti di Federico Regoli, ma la gara prosegue sul filo dell’equilibrio, in una gara frizzante e dai ritmi altissimi, fino al 44 a 44 all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi l’Etrusca prende un primo vantaggio grazie alla prova maiuscola di Neri, doppia doppia per lui con 19 punti e 10 rimbalzi, ben coadiuvato da Lorenzetti e Carpanzano, e Cecina rimane attaccata alla gara grazie alle conclusioni dall’arco di Pistillo e alla frizzantezza di Bechi, con il terzo quarto che si chiude sul 70 a 66.

Nell’ultimo quarto la partita è sempre in grande equilibrio, con Cecina che riesce a rimettere la testa avanti a cinque minuti dalla fine con Ceparano, ma l’Etrusca sa reagire grazie alle giocate di Neri e Carpanzano, che indirizzano la gara verso i locali, fino ai due tiri liberi nel finale di Lorenzetti, che sanciscono il successo finale della Blukart.

“È stata la gara difficile che mi aspettavo, contro una squadra che ha saputo mettere in campo grande energia e talento – è il commento a fine gara di coach Federico Barsotti – Noi siamo stati poco attenti nella prima parte della gara, affrontando il match con poche energie nervose, dopo la battaglia di mercoledì con Livorno, e senza il cinismo necessario per indirizzare la gara. Siamo comunque stati bravi a non scomporsi e continuare a giocare in attacco applicando i nostri principi di gioco, senza mai perdere energie, anche quando è emerso il talento di Cecina, con giocate individuali importanti. Il momento chiave della gara è stato il fallo antisportivo a Quartuccio, che ci ha fatto reagire e giocare con più cattiveria la parte finale del match. Questa è una vittoria che conta tanto di cui dobbiamo essere molto soddisfatti: in una stagione esaltante come la scorsa non siamo riusciti a strappare questi due punti e dobbiamo essere contenti di averli strappati in questo modo, anche senza brillare troppo. Ora abbiamo un giorno di riposo e poi ci aspetta un altro match bellissimo da affrontare, con la trasferta a Chiusi di domenica prossima“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.