Quantcast

Etrusca fa la voce grossa, ko Cecina

Riprende con una vittoria il cammino della Blukart

Sintecnica Basket Cecina – Blukart Etrusca San Miniato 84 – 100

Blukart: Carpanzano 8, Caversazio 6, Neri 18, Ermelani, Benites 18, Regoli Fed 8, Quartuccio 9, Lorenzetti 5, Capozio 5, Tozzi 17, Santini 6, Ciano. Ne. All. Barsotti Ass. Carlotti, Miniati e Latini

Cecina: Di Meco 4, Guerrieri 10, Pellegrini 3, Ceparano 3, Gnecchi ne, Nwokoye 19, Bartoli 5, Pistillo 22, Trassinelli, Bechi 13, Filahi 4, Greggi 1. All. Russo Ass. Elmi

Parziali: 24 – 27, 45 – 61, 56 – 83, 84 – 100

Arbitri: Mauro Davide Barbieri di Roma e Mirko Picchi di Ferentino

Riprende il cammino la Blukart, che sul campo di Cecina si impone con grande autorità, dopo una partita condotta per quasi 35 minuti. Partenza sorniona dei ragazzi di coach Barsotti, che subiscono un micidiale parziale dai locali, che si portano sul 13 a 5 dopo appena quattro minuti, con le bombe di Pistillo e Ceparano. La reazione dei biancorossi non si fa attendere con Tozzi, Capozio, Neri e Benites a suonare la carica, con l’Etrusca che può chiudere il primo quarto in vantaggio di 3 punti sul 24 a 27.

La gara continua a ritmi altissimi, con gli ospiti che riescono a sfruttare le situazioni di corsa in transizione, per trovare il primo importante vantaggio sul 29 a 48 dopo 15 minuti, grazie alla verve di Benites e Neri e alla sostanza di Regoli sotto le plance. Cecina riesce a limitare i danni all’intervallo grazie alla prova solida di Nwokoye, con la gara che va all’intervallo lungo sul 45 a 61 per i ragazzi di coach Barsotti. Nel terzo quarto la Blukart riesce ad essere ancora più cinica, continuando ad imporre un ritmo infernale alla gara, con Cecina che sprofonda sul meno 28 a dieci minuti dal termine, sul 56 a 83, con tutti i biancorossi protagonisti di una prova corale di altissimo livello.

Nell’ultimo quarto ci pensano Pistillo e Bechi a limitare i danni per i padroni di casa, senza mai impensierire però Benites e compagni, che possono così tornare al successo, con il punteggio finale di 84 a 100, dopo lo stop di sette giorni fa sul campo di Livorno. “Una prova di sostanza a livello sia mentale che tecnico, in una gara nella quale abbiamo rispettato gran parte del piano partita, mantenendo un’intensità altissima per tutta la gara – commenta coach Federico Barsotti a fine gara -. Fare 100 punti fuori casa non è mai banale ed è stato il modo migliore di giocare dopo una prova opaca come quello di domenica scorsa, preparandoci così al meglio ad una settimana che per noi dovrà essere di gioia e serenità: domenica prossima i due punti in palio nel match con Chiusi dovrebbero essere decisivi per l’accesso ai playoff e per la qualificazione alla Coppa Italia, che rappresenterebbe un premio meritato per questo gruppo , che aveva già raggiunto una storica qualificazione alla finale di Coppa Italia lo scorso anno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.