Quantcast

Basket, stasera la seconda sfida playoff per la Blukart

Piedi per terra dopo il primo successo. Intanto sul parquet del Fontevivo tornano in campo i più giovani

Continua l’avventura playoff per la Blukart che oggi (18 maggio) alle 20 torna al PalaBasletta per affrontare la Elachem Vigevano 1955. Morale alle stelle, ma piedi per terra per i ragazzi di coach Federico Barsotti che sabato sono riusciti a strappare gara 1 con merito, con un ampio distacco maturato nella parte finale della gara. Un altro successo storico per il mondo Etrusca: per la prima volta nella sua storia l’Etrusca Basket San Miniato è riuscita a vincere una gara esterna in un playoff di serie B, dopo aver sfiorato l’impresa nel 2019 sul campo di Faenza.

Nonostante l’inizio di serie più che confortante, Benites e compagni sono consapevoli che una serie a cinque gare è lunghissima, e già dal pomeriggio di domenica è ripreso il lavoro per preparare al meglio una gara 2 che si preannuncia incandescente, contro una Vigevano che vorrà in tutti i modi rimettersi in carreggiata nella serie per giocarsi le sue chances di passaggio del turno da venerdì a San Miniato.

“Trascorsi due minuti dal termine di gara 1, subito dopo aver salutato i nostri avversari, con tutto lo staff ci siamo fermati in panchina a riflettere su cosa sarebbe cambiato in gara 2 – queste le parole in avvicinamento alla seconda sfida con Vigevano di coach Federico Barsotti – E’ inutile nascondere che per noi e molti dei ragazzi una serie a cinque gare sia un’esperienza nuova, e proprio per questo la stiamo affrontando con umiltà e meticolosità. In queste poche ore abbiamo analizzato ogni aspetto che riteniamo di poter migliorare, perché c’è una cosa di cui sono estremamente sicuro: per vincere gara 2 occorrerà una gara decisamente migliore di quella giocata in gara 1. Abbiamo analizzato diversi errori commessi in difesa e le cose che possiamo decisamente migliorare in attacco. Dovremmo rispettare ancor di più il piano gara perché adesso la serie entra nel vivo, ci saranno degli adattamenti tattici e ci sarà sempre minor margine di errore. Mi aspetto dai nostri avversari una gara molto agguerrita, dovremo stare attenti alla loro fisicità e alla maggior determinazione che metteranno durante la gara, altrimenti saremo travolti. Questo è quello che dobbiamo trasmettere ai ragazzi in vista della seconda gara, rendendoli consapevoli delle difficoltà ma anche fiduciosi del fatto che giocando la nostra pallacanestro con attenzione e dedizione possiamo giocarci le nostre possibilità”.

Intanto, dopo più di un anno di distanza si torna a respirare aria di basket giovanile sul parquet di Fontevivo che, dopo le tante soddisfazioni dei ragazzi della serie B, può tornare a farci apprezzare anche la crescita delle pianticelle del nostro vivaio. Partita in discesa quella dei Biancorossi che, dopo un inizio scoppiettante che li porta sul 18-4, allentano un po’ la presa con le rotazioni di tutti gli effettivi nei primi venti minuti. Le prestazioni dei singoli sono ricche di alti e bassi, così come scontato dopo un lungo digiuno di basket giocato, ma i primi minuti del terzo quarto offrono buoni spunti con il distacco che si fa via via più rotondo per il 70 – 37 finale. Punteggio pieno dopo due turni per i nostri Canguri che sfideranno la Pielle Livorno nel terzo e ultimo turno del girone di andata. Adesso sotto con un’altra settimana di lavoro per migliorarsi ancora.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.