Quantcast

Per l’Etrusca parte la SuperCoppa: a S. Miniato arriva Ozzano

Marchini: "Abbiamo grande voglia di far bene dopo tre settimane di lavoro. Questa squadra ha grande coesione e disponibilità al lavoro"

Prima palla a due ufficiale della stagione per la nuova Etrusca di coach Alessio Marchini che domani (12 ottobre) alle 18 al PalaCreditAgricole di San Miniato affronterà gli emiliani di New Flying Balls Ozzano. Un esordio tanto atteso, che vedo il ritorno in campo di Benites e compagni e in ritorno del pubblico a Fontevivo, seppur a capienza ridotta, contro una squadra che non farà parte del girone Etrusca in regular season, come nella scorsa stagione, in quanto quest’anno Ozzano sarà nel girone C.

La Blukart arriva alla sfida di domenica dopo due buone amichevoli che hanno mostrato una squadra in palla e determinata, con tanta voglia di far bene e far divertire il pubblico sanminiatese. L’avversaria di turno Ozzano ha cambiato tanto rispetto alla scorsa stagione a partire dalla guida tecnica con coach Loperfido che subentra a coach Grandi e tanti nuovi innesti fra cui spiccano i nomi di Iattoni, Bonfiglio, Chiappelli, Ceparano e Klyuchnyk. Nuovo innesto anche l’ex di turno Simone Lasagni che sfiderà sugli esterni Nicola Mastrangelo, nuovo arrivo in maglia Etrusca, nella scorsa stagione nelle file di Ozzano.

“Sono sicuramente molto contento di queste prime tre settimane in cui i ragazzi hanno lavorato sodo, in cui ho visto un gruppo coeso, un gruppo determinato, un gruppo che sta bene assieme, un gruppo che è molto disponibile a lavorare e anche a fare cose anche differenti rispetto agli anni agli anni passati con coach Barsotti – le parole in avvicinamento alla gara di coach Alessio Marchini -. Arriva Ozzano che è una squadra quasi tutta nuova rispetto alla scorsa stagione, con tanti nuovi innesti di qualità, tra cui l’ex-Etrusca Simone Lasagni. Sarà una partita indubbiamente impegnativa, ma sono fiducioso perché in queste tre settimane e nelle due amichevoli che abbiamo fatto sicuramente si è visto la voglia di giocare assieme con grande energia e ritmo. L’impegno ufficiale non ha cambiato la nostra preparazione, ma chiaramente quando si alza la palla a due in una gara ufficiale hai voglia di competere di far bene e di vincere. Penso che ci siano tutte le condizioni per farlo grazie all’impegno e al lavoro eccellente svolto finora col preparatore fisico con tutto lo staff. Sappiamo quali sono le caratteristiche principali e siamo consapevoli che dobbiamo sempre mettere in campo la nostra identità per proseguire la strada in Supercoppa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.