Quantcast

Coppa Italia di Eccellenza, ko in casa per Tuttocuoio e San Miniato Basso foto

Neroverdi travolti dal Fratres Perignano con un grande Sciapi. Per i giallorossi pesa la rete di Bruzzone

Tuttocuoio-Fratres Perignano 0-5

TUTTOCUOIO: Muscas, Muratore (36’ st Fiscella), Vittorini, Rodriguez, Fino (44’ st Chiti), Bertolucci, Franzino, Wagner (20’ st Lazzarini), Agudiak, Orlandi, Baldini (1’ st Deligio, 34’ st Puviani). A disp.: Belli, Lazzarini, Canale, Bartorelli, Pozzesi. All. Marmugi

FRATRES PERIGNANO: Iacoponi, Lucarelli, Falleni, Gamba (41’ st Pardini), Genovali, Parenti (25’ st Aliotta), Fabbrini, Fiaschi (27’ st Langella), Taraj (32’ st Bianchino), Remedi, Sciapi. A disp.: Borghini, Manfredi, Nigi, Pini, Angiolini. All. Ticciati

ARBITRO: Mariani di Livorno (Perlamagna di Carrara e Coco di Pisa)

RETI: 29’ Remedi, 37’ Sciapi, 76’ Remedi 80′ e 94′ Sciapi
NOTE: Angoli: 2- 5. Ammoniti: 22’ pt Gamba, 14’ st Tara, 84’ Aliotta, 90’ Fiscella. Recupero 1° tempo 1’, 2° tempo 5’.

Il Fratres rifila una manita al Tuttocuoio e approda al secondo turno di Coppa d’Eccellenza. Si sfalda con il passare del tempo la squadra di Marmugi e gli errori finiscono per esaltare la formazione di Ticciati, presentatasi al “Leporaia” con l’obbligo di vincere. L’area familiare del comprensorio del Cuoio, ha finito per galvanizzare Lorenzo Sciapi. L’ultima apparizione esterna era quella a Santa Croce nello spareggio con il Cascina. La doppietta macchiata con l’espulsione ad un attimo dalla fine non erano servite per far centrare il traguardo storico della Serie D alla compagine della Valdera, oggi si è presentato con una tripletta. Marmugi per esigenze aveva schierato i suoi con un 4-2-3-1. Fino e Wagner erano gli interni, in una difesa composta da Muratore, Vettorini, Rodriguez e Bertolucci, con il tridente Franzino, Baldini e Orlandi ad agire alle spalle di Agudiak. Gli ospiti rispondevano con Remedi da suggeritore per il duo Taraj-Sciapi. Lucarelli e Falleni agivano sulle corsie, Genovali e Parenti erano i centrali, Fiaschi, Gamba e Fabbrini gli interni. Per venti minuti Bertolucci e compagni sono rimasti in partita dopo aver tirato un sospiro di sollievo in avvio per il liscio clamoroso di Sciapi, su assist di Taraj, i nero-verdi colpivano l’incrocio dei pali con una botta da fuori di Orlandi che Iacopini sporcava quel tanto che basta sulla traversa. Il Fratres si impadroniva del centrocampo e andava ad insidiare la porta di Muscas, con Gamba e con Taraj la cui incornata su centro di Falleni precedeva le braccia protese del portiere di casa. Poco prima della mezz’ora Gamba con un intervento deciso innescava Taraj il quale rientrava da sinistra e appoggiava la palla a Remedi per il tocco vincente. Lo stesso Gamba su punizione porgeva palla a Sciapi, con i conciari immobili. A questo punto la qualificazione era appesa ad un filo. Un incornata di Agudiak su traversone di Bertolucci anticipa la pausa, Non è neppure fortunata la squadra di Marmugi nel sussulto del quarto d’ora del secondo tempo. Orlandi su sevizio di Bertolucci supera con un lob Iacopini ma doveva fare i colti con l’allontanamento nei pressi della linea di Parenti. Agudiak tra i più positivi insieme al connazionale Franzino, restituiva palla a Lazzarini il quale obbligava alla respinta Iacopini. Fabbrini e Lucarelli sfiora il tris che veniva centrato a poco meno di un quarto d’ora da Remedi con una volèe fantastica su un cambio fronte di Sciapi, il quale nel finale segna una doppietta ringraziando prima Vettorini per un liscio al limite dell’area che gli spianava la strada e poi Lucarelli per il cross che gli confezionava. L’avventura dopo 1-1 dell’andata è finita, ora i nero-verdi devono girare pagina in fretta, gettando cuore e energie e prestazioni al campionato, perché da domenica si inizia a fare i conti con la classifica.

San Miniato B.-Castelfiorentino 0-1

SAN MINIATO BASSO: Battini, Petri, Liberati, Lecceti, Arapi (29’ st Chiaramonti), Cela, Di Benedetto (40’ st Tescione), Tremolanti (15’ st Ciravegna), Mancini (33’ st Santagata), Borgioli (20’ st Nolè), Kthella. A disp. Giannageli, Catsellacci, Romeo, Gargini, All. Colacchioni
CASTELFIORENTINO: Lupi, Camapatelli (19’ st Marghi), Duranti, Matinari, Vallesi, Trapassi, Sarti, Bartolozzi, Bruzzone (32’ st Carlotti), Lenti (8’ st Giorgio), Torrente (23’ st Iaquinandi). A disp. Lisi, Cossari, Salucci, Nidiaci, Buscè. All. Ghizzani
ARBITRO: Bassetti di Lucca (Scorteccia di Firenze e Cheli di Pisa
)
RETI: 44’pt Bruzzone
NOTE: 24’ Battini (S para un calcio di rigore calciato da Sarti), 25’ pt Liberati, 24’ st Trapassi,

Si parte dal 2-2 maturato all’andata un risultato che obbliga gli ospiti a cercare la vittoria per ribaltare la qualificazione. I ragazzi di Ghizzani hanno un approccio migliore e potrebbero passare subito dopo metà tempo. Cela commette fallo di mano e Battini annulla il tentativo di trasformazione della massima punizione ad opera di Sarti. Sul versante opposto non è da meno Lupi che salvava il risultato su Mancini in un paio di circostanze e in chiusura di frazione su Kthella innescato da un piazzato di Petri. Prima dell’intervallo Battini risolveva con un doppio intervento una mischia sotto porta ma era costretto ad arrendersi all’appoggio da due passi di Bruzzone. La qualificazione passava cosi in mano ai castellani. Le due squadre danno vita ad una seconda parte avara di spunti di cronaca sono a 2’ dal termine quando Khtella davanti a Lupi decideva di non infierire sprecando la palla gol che avrebbe portato ai suoi la qualificazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.