Quantcast

Cuoiopelli con il Cenaia l’ha scampata bella. Marselli: “La squadra ha avuto una grande reazione”

Il ds e l'allenatore dei conciari analizzano il pari di domenica: "Campo inaccettabile per noi e per gli avversari"

C’è la consapevolezza da parte del direttore sportivo della Cuoiopelli, Sandro Marcheschi, di averla scampata bella. Il Cenaia ha rischiato per la prima volta da quando le sue formazioni si affrontano in Eccellenza di vincere a Santa Croce.

Direttore onestamente abbiamo visto di tutto di più
“Non è facile parlare di una partita giocata su un campo inaccettabile come questo. Non solo da parte nostra ma anche da parte dei nostri avversari. Oltre al controllo della palla c’era anche da fare i conti con il vento”.

Le emozioni non sono mancate?
“Senza alcuna ombra di dubbio è stata una partita molto ricca di episodi”.

Quando si segnano tre gol vuol dire che offensivamente la squadra ha risposto, il problema è quando si prendono?
“È la seconda domenica consecutiva che rientriamo dall’intervallo e subito prendiamo gol. Sicuramente c’è qualcosa da rivedere. Non è scritto da nessuna parte che dobbiamo uscire dall’area tentando di giocare la palla su un campo come questo. In certe evenienze il pallone si può anche buttare via. È vero che abbiamo la qualità per rimediare alle situazioni ma non puoi sempre complicarti la vita. Il Cenaia, come noi, è una squadra che ha qualità”.

Il tecnico Davide Marselli analizza la prova partendo dal secondo tempo
“Abbiamo subito un calcio di rigore su un intervento di coscia di un nostro giocatore che è stato considerato fallo di mano. Poi la squadra ha avuto una grande reazione”.

Chi è subentrato dalla panchina è entrato in maniera determinata in partita…
“Avevamo signori giocatori fuori”.

Lei si ritiene bravo per le scelte che ha fatto dopo, oppure ha sbagliato formazione?
“Se inizi la partita con Pirone e Falchini devi mandare in campo un ragazzo in quota come terzo attaccante. Bracci da subentrato ha fatto gol. Domenica a Livorno con l’Armando Picchi Dal Poggetto era partito titolare e Falchini si era seduto in panchina. Chelini oggi non è neppure entrato”.

Bracci come domenica subentra e segna la rete finale, ora potrebbe reclamare un posto
“Sicuramente come potrebbero farlo Cornacchia, Dal Poggetto che sono entrati bene. Dispongo di una buona rosa che vuole far bene”.

Domenica vi recherete a Perignano
“Contro una squadra che è arrivata ad un passo dalla serie D, sarà una gara importante e difficile contro una squadra molto organizzata”.

Da cosa riparte la sua formazione, dagli errori o dalla consapevolezza di riuscire a creare opportunità
“Dagli errori sempre. La reazione sotto di due gol c’è stata. Gli errori che abbiamo commesso hanno portato ai loro gol”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.