Quantcast

Cipolli si gode il successo del suo Fucecchio: “Bella roba”

Battuto il Ponsacco dei big per il primo successo casalingo: "Sono contento per l’ambiente e per il nostro presidente, Luca Lazzeri"

“Bella Roba”. Basterebbe questo per capire lo stato d’animo di Andrea Cipolli dopo il primo successo casalingo a spese del Ponsacco, poi prosegue: “Sono soddisfatto. Era da tanto tempo che non ero contento come oggi. Avevamo bisogno di una prestazione come questa. Siamo una squadra giovane e avevamo bisogno di una gara così”.

Pronti via e la gara vi si è messa subito in salita…
“Il gol è nato dalla punizione per loro nata dal susseguente calcio d’inizio. Il classico gollonzo che poteva creare una situazione di squlibrio. Anzi siamo rimasti sul pezzo. E loro dispongono di Coralli e Tavano due giocatori che possono trovare il gol in qualsiasi momento”.

Poi è arrivata la svolta della gara, rigore e espulsione
“La decisione presa dall’arbitro è indiscutibile e nel secondo tempo con l’uomo in più abbiamo tenuto bene il campo. Sono contento per l’ambiente e per il nostro presidente, Luca Lazzeri”.

In un secondo tempo dove la prestazione di Andrea Rigirozzo è cresciuta
“Quando trova gli spazi può sempre fare male, a volte sembra stanco ma sulla palla ci arriva sempre. Se sarà capace di aumentare la propria qualità potrà giocare in categoria superiore”.

Se Rigirozzo è cresciuto strada facendo, alto è stato il livello di Marcon
“Per tecnica e visione di gioco è quello che fa girare la nostra squadra”.

Oggi è toccato a lui trasformare la massima punizione
“Per favore non mi parlate di rigori perché a me mi sono costati una vittoria a Castelnuovo quando allenavo la Cuoiopelli con due rigori sbagliati e un campionato allo spareggio con il San Gimignano. Con me esiste una regola: se si sbaglia il rigore non si tira la volta dopo, lo calcia l’altro rigorista”.

Morelli che si è vendicato portandovi in vantaggio
“Al termine di una bella azione ha segnato un bel gol. Poi è andato a sfogarsi sotto la tribuna. Sono contento anche per questo”.

Oggi si è trovato davanti il Ponsacco da ex e domenica prossima troverà un’altra sua ex squadra, il Tuttocuoio
“È stata una parentesi brevissima, in un momento particolare, soprattutto dopo la lunga sosta è stato un momento difficile per tutti. Ho un grande rispetto, ma ora penso al mio Fucecchio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.