Quantcast

Etrusca San Miniato, al Pala Crédit Agricole arriva Legnano

Settimane difficili fra infortuni e contagi ma i biancorossi di Marchini vogliono riprendere la corsa

Domani (9 gennaio) andrà in scena la 14esima giornata del girone A del campionato di serie B Old Wild West. Ospiti al Pala Crédit Agricole di San Miniato, i lombardi del Legnano Basket Knights.

“La partita di domani sarà delicata come tutte le volte in cui si gioca dopo la sosta, ma oltre a questo aspetto abbiamo affrontato molte altre difficoltà”. A presentare così la gara è coach Marchini.

“Dal 21 dicembre circa c’è stato un momento davvero particolare in quanto fra problemi di Covid, problemi di infortuni e poca chiarezza sulle cose non siamo mai riusciti ad allenarci con continuità. Una volta ci siamo allenati in 6, una volta in 8. Solo in queste ultime settimane siamo riusciti a fare del 5 contro 5. Queste vicende ci possono comunque essere servite per crescere ulteriormente in termini di solidità, anche perché personalmente penso che gli imprevisti possano aiutare un gruppo a crescere in termini di gestione della pressione e gestione dei momenti di difficoltà”.

“La partita – dice ancora coach Marchini – sarà una partita che potrà essere influenzata da tanti aspetti. La squadra avversaria sicuramente è una squadra di livello in quanto soprattutto in quintetto ha dei giocatori molto importanti. In primis il playmaker che è il giocatore più titolato e più forte del girone: Tommaso Marino, toscano, che ha militato sempre e solo in categorie superiori. Altri due giocatori sicuramente di grande qualità sono: Casini, l’italo-argentino che è anche lui ha giocato tanti anni in serie A ed è un tiratore molto efficace, e Terenzi, l’altro esterno che ha già giocato contro San Miniato due anni fa quando era ad Alba. Un giocatore anche lui con grandi mezzi e molto pericoloso offensivamente. Il roster si completa con Leardini che è un giocatore molto fisico, un giovane classe ‘99. Sotto canestro, anche se non è un cinque vero, c’è un giocatore abbastanza dinamico: Cepic, slavo che ha fatto il settore giovanile a Siena e che l’anno scorso militava in Legadue. Dalla panchina hanno il giovane playmaker Roveda e Solaroli, che è un 2002 che l’anno scorso era a Faenza, un giocatore fisico che gioca bene senza palla e che porta sempre un contributo importante”.

“Noi – prosegue il coachj – dobbiamo ovviamente fare una partita solida fin dall’inizio, cercare di gestire il ritmo della partita come vogliamo e ognuno deve dare un contributo importante perché siamo in un momento in cui, come era successo già a Varese, dobbiamo lottare su ogni pallone e buttare il cuore oltre l’ostacolo come come si usa dire. Sarà importante avere “fame” e allo stesso tempo però mantenere equilibrio per cercare di commettere meno errori possibili e per dar la possibilità a una squadra di questa natura e di questa qualità di esprimersi al meglio e di trovare quelle che sono le loro qualità. Legnano ha giocatori che con poco e in poco tempo possono punirci. Soprattutto Marino e Casini hanno grandi qualità, grande esperienza quindi a un certo ritmo sanno gestire la gara. È chiaro che noi vogliamo iniziare bene l’anno e dare continuità alla prima parte di stagione che abbiamo fatto e che è sicuramente stata di altissimo livello. Penso che riusciremo a compattarci e a fare una bella partita seppur in un momento in cui veramente ci sono poche certezze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.