Quantcast

“Un risultato storico ma non c’è tempo per festeggiare”, Etrusca ha vinto il campionato

Per la prima volta in 72 anni di attività, ha conquistato la regular season del girone di Serie B

Etrusca San Miniato – Elachem Vigevano 67-47  (21-15, 13-10, 19-12, 14-10)

San Miniato: Mastrangelo 14, Lorenzetti 11, Ermelani, Guglielmi 9, Benites 14, Candotto 2, Caversazio 9, Bellachioma, Capozio 6, Scomparin, Tozzi 2. All. Marchini, Vice Regoli e Latini

Vigevano: Ferri, Tagliavini, Radchenko, Procacci 9, Mercante, Cianci 2, Giorgi 6, Gatti 13, Spaccasassi, Rossi 2, Kahnt 2, Peroni 13.  All. Piazza, Vice Veneroni e Cerri

L’Etrusca San Miniato ha scritto una pagina indelebile della sua storia sportiva. Per la prima volta in 72 anni di attività, ha vinto la regular season del campionato di Serie B. Un risultato insperato alla vigilia della stagione, soprattutto tenuto presente che fino a sette anni fa non aveva mai disputato un campionato di serie B e che fino ad otto anni fa non aveva mai disputato un campionato nazionale.

La gara che ha portato a questo storico traguardo era uno scontro al vertice, all’ultima giornata di Campionato. Sia l’Etrusca che Vigevano erano in vetta, appaiate con 46 punti, al termine di una stagione che le ha viste entrambe protagoniste, affiancate in testa anche alla vigilia dell’ultima gara del girone di andata, entrambe qualificate per le Final Eight di Coppa Italia.

Uno spareggio quindi, per determinare la vincitrice del girone. La gara che ha richiamato un foltissimo pubblico, per lo più sanminiatese ma anche con molti spettatori “neutrali”, attratti dalla qualità delle due squadre e dall’importanza del match.

L’equilibrio iniziale è durato solo due quarti e mezzo, fino a quando Etrusca ha avuto la meglio. Nel primo quarto Vigevano è stato rappresentato soprattutto da Michele Peroni. La guardia lombarda segna tutti i primi otto punti dei suoi e consente il massimo vantaggio dei viaggianti, +2 al III minuto (6-8). L’Etrusca macina gioco, soprattutto in difesa, ma riesce ad allungare solo all’ottavo minuto, quando raggiunge le 6 lunghezze di vantaggio (16-10) e manterrà questo vantaggio fino alla fine del periodo (21-15).

Nella seconda frazione ancora molto equilibrio, anche se il punteggio rimane relativamente basso, non a caso sono in campo le due migliori difese del Campionato. San Miniato incrementa il suo margine solo al 16esimo, quando tocca il +11 (30-19). Nonostante il vantaggio biancorosso, anche l’Etrusca ha in mano l’inerzia della gara. La difesa locale, infatti, si mantiene su livelli alti per giungere all’intervallo lungo sul +9 (34-25).

Al rientro dagli spogliatoi Vigevano è più lucido e preciso ed inizia a rosicchiare distanze, fino a raggiungere il –4 (41-37 al 24°). Qui l’Etrusca potrebbe disunirsi, peraltro avendo giocatori con meno esperienza di quelli della Elachem; invece, in cinque minuti piazza un parziale di 12-0 (53-37 al 29°). Non si segnerà più fino all’ultimo riposo. Il Vigevano quindi si ritrova con 16 punti da recuperare in un quarto, avendone realizzati poco più di dodici di media nei tre quarti precedenti.

I lombardi però non demordono ed in avvio di ultima frazione tentano il disperato riavvicinamento, con Alessandro Procacci che realizza due bombe consecutive (-11 al 33°, 56-45). Nonostante ciò, l’Etrusca riprende subito in mano le redini del gioco e torna ad allungare. Allo scadere del 36esimo minuto il vantaggio biancorosso è ancora di 18 punti (63-45) e Coach Piazza alza bandiera bianca, facendo scendere in campo i suoi giovani (classe 2003 e 2004) per preservare i titolari da infortuni in vista dei play off.

“C’è grande soddisfazione – ha commentato Coach Marchini al termine – perché sappiamo di aver raggiunto un risultato storico per questa società, ancor di più avvalorato dal fatto di non essere stato preventivato, ma sinceramente non abbiamo il tempo per fermarci a festeggiare. Nessuno di noi si sente appagato da questo, che rimane un grande risultato. Non vogliamo mollare niente e vogliamo continuare a superare i nostri limiti, vogliamo farci trovare pronti. Il grande entusiasmo di queste ore deve essere trasformato nel giusto sprone per continuare sulla strada fin qui seguita e non in un elemento di distrazione. Nei quarti play off incontreremo Monfalcone, una squadra forte che sta attraversando un periodo positivo. Se ci faremo trovare al 100% difendendo come abbiamo fatto oggi possiamo metterli in difficoltà, viceversa ci renderemo la vita molto complicata”.

Da segnalare che nell’intervallo di questa partita sono stati premiati i tecnici e i giocatori della squadra under 15 dell’Etrusca che si è laureata Campione Toscano Eccellenza. Anche questo un risultato storico per il sodalizio di Via Fontevivo, a testimonianza di come dietro alla “prima squadra” vi sia un movimento ampio, in fermento e capace anche di ottenere risultati importantissimi.

Domenica prossima inizieranno i play off ed inizieranno al PalaFontevivo, dove arriverà la Pontoni Falconstar Monfalcone. Per la terza volta nella sua storia l’Etrusca si confronterà con una squadra friulana, dopo Cividale nelle Final-Eight di Coppa Italia a Roseto degli Abruzzi dello scorso marzo e dopo Corno di Rosazzo, nel gironcino interregionale per la promozione in serie B, nella stagione 2014/15.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.