Quantcast

Cuoiopelli corsara a Lastra a Signa ma non basta per sperare ancora

La formazione di Marselli sbanca il campo biancorosso ma è già condannato dalla differenza reti

Lastrigiana-Cuoiopelli 1-2

LASTRIGIANA: Fedele, Barzini, Corradi, Lenzini (30’ st Crimi), Calonaci, Biondi, Terzani (26’ st Francini), Leoncini, M. Bianchi (44′ st Calvetti), Alecce (30’ st Del Pela), Silva Reis. A disp. Giannini, Borgioli, R. Bianchi, Querci, Pierattini. All. Bartolucci.

CUOIOPELLI: Lampignano, Accardo (36’ st Boghean), Martinelli, Balduini, Martini (30’ st Passerotti), Bagnoli (20’ st Giordano), Chelini, Borselli, Rossi, Cavallini, Dal Poggetto (20’ st Baroncini). A disp. Lensi, Dunga, Birindelli, Conforti, Iannello. All. Marselli (squalificato, in panchina Roberto Falivena).
ARBITRO: Curcio di Siena (Tranchida di Pisa e Bertelli di Firenze)
RETI: 1′ pt Rossi (C), , 25′ pt rig. Bianchi (L), 24’ st Cavallini (C)
NOTE: Ammoniti: 25’ pt Martinelli, 31’ pt Martini, 16’ st Calonaci, 44’ st Chelini. Angoli: 5 – 1. Recupero 1° tempo 1’, 2° tempo 5’.

Pronto riscatto della Cuoiopelli, i conciari vendicano la sconfitta di domenica 8 maggio con il Terranuova Triana e vanno ad imporsi a Lastra a Signa. Non era facile trovare stimoli e motivazioni dopo la sconfitta che aveva quasi azzerato le probabilità di promozione. Non ha cercato alibi la truppa di Marselli, scendendo in campo lamentando le assenze di Falchini, Bracci, Zocco e Cornacchia.

Il biglietto da visita è stato presentato al fischio d’avvio, Dal Poggetto ha sfruttato la sua rapidità prendendo in velocità i centrali, conclusione incrociata con la palla che stava entrando in porta, Rossi per sicurezza sul versante opposto, per non correre rischi, ha depositato in gol. È stata la rete che ha rimesso in corsa i conciari. I locali si sono affidati ai lanci lunghi per innescare l’ex Bianchi, da uno di questi scattato in posizione dubbia, è nata l’azione del rigore.  L’attaccante si è liberato in maniera fallosa di Martinelli, il contatto tra i due iniziato fuori area ha prodotto il rigore che lo stesso attaccante di casa trasforma.

Si sbaglia chi confida in un calo fisico dei conciari nel secondo tempo visto l’impegno ravvicinato: Lampignano si produce in un paio di buoni interventi e i ragazzi del duo Falivena-Marselli operano il sorpasso quando la gara è entrata nella seconda metà del tempo. Calonaci già ammonito commette fallo su Borselli, Fedele respinge la massima punizione di Cavallini ma capitola sulla ribattuta. La Cuoio tutto cuore va alla caccia del gol che riaprirebbe il discorso della differenza reti con il Terranuova Triana, gli ospiti spingono e cambiano schieramento la difesa diventa a tre e i difensori Martinelli e Balduini vengono inseriti nel reparto offensivo. Conciari ad un passo dal terzo gol con Balduini il quale liscia una rovesciata e Martinelli il cui tentativo sfila di poco sul fondo.

Al fischio finale pesa come un macigno, quel gol preso in casa con il Terranuova Triana quando i titoli di coda stavano scendendo. Finisce qui e a testa alta la stagione della Cuoio, da domani si penserà al futuro, ci sarà da capire quali saranno i programmi, sperando che non ci sia più un intruso come il Livorno.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.