Etrusca San Miniato cade anche in gara 4 a Monfalcone: mercoledì la ‘bella’

Si decide tutto nella gara da 'dentro o fuori' sul parquet amico

Pontoni Falconstar Monfalcone – La Patrie Etrusca San Miniato 55 -50 (11-10, 31-20, 45-37)
MONFALCONE: Coronica 6, Naoni 2, Mazic 7, Bacchin, Scutiero 6, Vegnaduzzo n.e., Prandin 16, Azzano 2, Sackey n.e., Bellato 4, Medizza 4, Rezzano 8. All. Praticò, Vice Gilleri e Zamparini
SAN MINIATO: Mastrangelo 7, Lorenzetti 14, Tamburini n.e., Ermelani n.e., Guglielmi 6, Benites 3, Candotto 2, Caversazio 7, Bellachioma, Capozio n.e., Tozzi 11. All. Marchini, Vice Regoli e Latini

Seconda sconfitta consecutiva al Palapaliaga per l’Etrusca, che Mercoledì prossimo alle ore 20:30 a San Miniato si giocherà l’accesso alla semifinale play-off.

Come due giorni fa la gara è stata in equilibrio nel primo quarto, giocato punto a punto, ma quasi sempre condotto dall’Etrusca (11-10).
Ad inizio secondo periodo i friulani hanno messo a segno un parziale di 7-0 in un minuto e mezzo (18-10) che ha scavato il primo solco tra le due squadre, San Miniato, pur apparendo piuttosto opaca ed imprecisa, soprattutto nel tiro da due punti, ha saputo reagire accorciando il divario fino a –4 (18-14 al 14′), salvo poi subire il ritorno dei locali ed andare al riposo lungo sotto di 11 punti (31-20).

Al rientro dagli spogliatoi l’Etrusca è apparsa più determinata, ma ha continuato a litigare con il canestro avversario, raccogliendo meno di quanto avrebbe meritato per il gioco espresso. Monfalcone ha così avuto la possibilità di allungare ulteriormente, portandosi sul +16 al 24′ (41-25). Nella seconda metà del terzo quarto i sanminiatesi hanno capitalizzato di più lo sforzo profuso ed hanno dimezzato lo svantaggio, andando all’ultimo riposo sul –8 (45-37).

L’ultimo periodo è stato molto combattuto, senza però che le due squadre riuscissero praticamente a trovare la via del canestro per quattro minuti e mezzo (47-39 al 35′), poi l’Etrusca ha spinto sull’acceleratore fino ad arrivare a stretto contatto con gli avversari (49-48 al 36°), ma la Pontoni ha trovato subito dopo la bomba di Mazic che ha ridato ai suoi oltre un possesso di vantaggio. Gli ultimi tre minuti sono stati caratterizzati da grandi difese e da tanti errori al tiro da entrambe le parti, non si è più segnato dal campo ma solo dalla lunetta, ed il divario è sostanzialmente rimasto invariato, con Monfalcone che ha così potuto impattare la serie e rimandare ogni verdetto a Mercoledì prossimo.

“Abbiamo giocato i primi venti minuti con troppo poca energia, siamo stati talvolta irriconoscibili e questo ha pregiudicato l’andamento della partita – ha commentato coach Marchini al termine del match – Nonostante questo il nostro svantaggio era di 11 punti e quindi ampiamente recuperabile. Ci abbiamo provato, recuperando terreno centimetro per centimetro, ma le basse percentuali al tiro ci hanno penalizzato. Siamo arrivati fino al –1, ma la bomba di Mazic ha ridato loro un piccolo margine che alla fine si è dimostrato incolmabile. La Pontoni è stata più lucida di noi, ha avuto più energia e più intensità. D’altra parte, come dico dall’inizio della serie, loro sono una squadra che vale molto di più dell’ottavo posto che hanno ottenuto. Adesso gara 5 a San Miniato ed ancora una volta si azzera tutto. Mercoledì sarà una gara da “dentro o fuori” e malgrado le due sconfitte consecutive (mai subite quest’anno) abbiamo dimostrato più volte in questa stagione di essere capaci di reagire nelle difficoltà. Ritengo che il raggiungimento della semifinale sarebbe il giusto premio per la nostra stagione ma dobbiamo andarcelo a prendere”.

Inutile sottolineare quanto sarà importante l’apporto del pubblico sanminiatese per spingere l’Etrusca in semifinale.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.