Quantcast

Clamoroso Staffoli: sotto di un gol nel primo tempo ribalta la sfida con il Ponte a Cappiano e si salva

Episodio decisivo l'espulsione di Giani per offese a un avversario. I calligiani tornano in Seconda. Resta in categoria il Santa Maria a Monte

Staffoli-Ponte a Cappiano 4-1
STAFFOLI: Vannoli, Brandi, Franceschi, Bellini, Vanni, Giardini, Spatola, Ranieri (1’ st Giannetti), Meta (51’ st Favini), Islami (36’ st Rinaldi), Dembele. A disp. Brucalassi, Campigli, Quaglierini, Ejlli. All. Boi.
PONTE A CAPPIANO: Puccini, Giani, Landi, Carlini, Camerini (21’ st Nencioni), Donati, Cenci, Manetti, Covato, Mandorlini (27’ st Dani), Niccolai (9’ st Polimeni). A disp. Bagnoli, Beconcini, Bonamici, Russoniello, Vallesi, Bruni. All. Capioni.
ARBITRO: Pianigiani di Siena.
RETI: 43’ pt Mandorlini (P), 7’ st Brandi (S), 16’ st Spatola (S), 41’ st Dembele (S), 46’ st Meta (S)
NOTE: Angoli: 3 – 1. Ammoniti: 39’ pt Vanni, 11’ st Polimeni, 12’ st Islami. Espulsi: 44’ Toschi (S allenatore in seconda proteste), 23’ st Giani (P offese ad un avversario), 31’ st Vallesi (P dalla panchina proteste), 43’ st Bruni (P dalla panchina proteste). Recupero 1° tempo 4’, 2° tempo 5’.

Al termine del primo tempo il Ponte a Cappiano è salvo, a fischio finale lo Staffoli festeggia la salvezza. Basta questo per far capire che tipo di partita è andata in scena a Le Cerbaie di Staffoli.

Il Ponte a Cappiano partiva dal doppio vantaggio con il quale si era chiusa la gara d’andata al Mediceo e al termine del primo tempo era in carrozza. Lo Staffoli nel primo tempo per riaprire i giochi si era affacciato con un tiro incrociato di Meta, sul quale Puccini aveva respinto e con Bellini che in area lisciava una palla in profondità. Sul versante opposto Vannoli leggeva bene su un lancio in profondità di Landi destinato a Niccolai e prima dell’intervallo i calligiani passano.

Manetti di forza vince un duello con Bellini e appoggia a Mandorlini il quale con un diagonale basso portava avanti i suoi. Inconsciamente i ragazzi di Capioni possono aver considerato la missione compiuta al termine del primo tempo. Un gol di Brandi che riprendeva una palla sul palo colpita da Meta, rimetteva la gara in parità. Dopo l’ora di gioco è Spatola a trovare l’angolino basso in diagonale raccogliendo una corta respinta operava il sorpasso.

Di lì a poco l’episodio decisivo. Giani per aver offeso, davanti al signor Pianigiani, Dembele viene cacciato. I calligiani che non si erano più affacciati dalle parti di Vannoli sono chiamati a difendere questo risultato che vale la salvezza. Lo Staffoli sfrutta pienamente l’uomo in più a 4 minuti dalla fine, proprio nella zona del calciatore espulso, con Dembele che gira di testa uno spiovente da destra di Rinaldi. In pieno recupero Meta appoggia in gol il suggerimento dell’autore del terzo gol.

Lo Staffoli esulta con il tecnico Boi che festeggia con la bandiera della sua Sardegna, il direttore sportivo Umberto Degl’Innocenti visibilmente commosso abbracciandolo gli grida: “Abbiamo fatto un capolavoro”.

Gli ospiti sono impietriti nella propria panchina con sguardi nel vuoto in campo, magari ripensano a quell’espulsione che ha cambiato il corso della storia.

Buone notizie per il Cuoio anche dalla Seconda Categoria: con l’1-0 in casa al Crespina si salva anche il Santa Maria a Monte, che aveva chiuso l’andata in trasferta sull’1-1.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.