San Miniato inarrestabile, è dell’Etrusca gara2 contro Cremona

Successo per Le Patrie

La Patrie San Miniato – Ferraroni JuVi Cremona 74-63 (13-12, 21-22, 22-10, 18-19)

La Patrie San Miniato: Mastrangelo 9, Lorenzetti 18, Tamburini N.E., Ermelani N.E., Guglielmi, Benites 5, Candotto 10, Caversazio 13, Bellachioma 5, Capozio, Scomparin N.E., Tozzi 14. All. Marchini, Vice Regoli e Latini.

Ferraroni JuVi Cremona: De Martin N.E., Milovanovikj 6, Bona 9, Nasello 12, Fumagalli 8, Vacchelli, Giulietti 4, Sipala 3, Preti 9, Dal Cero N.E., Bandera N.E., Gobbato 12. All. Crotti, Vice De Gennaro.

L’Etrusca era chiamata ad un pronto riscatto dopo l’opaca prestazione di gara 1 e non c’è stata risposta migliore per coach Marchini. Un cuore immenso e un secondo tempo di qualità premiano i ragazzi della Rocca che pareggiano la serie davanti ad un rumoroso Fontevivo.

Una partenza intensa con difese aggressive su entrambe le metà campo e con punteggi bassi caratterizzano la prima parte della prima frazione. Capitan Benites piazza la prima bomba del match che scalda il palazzetto e la prima frazione si conclude con Cremona avanti di 1.

Stessa lunghezza d’onda nella seconda frazione dove l’intensità è davvero tanta e nessuna delle due squadre allunga nel punteggio. Un’ispirato Candotto punisce Cremona che non molla di un centimetro. La tripla allo scadere di Milovanovikj firma il 34 pari che manda le due formazioni al riposo lungo.

Una grande Etrusca (con un parziale di 20-10) al rientro dagli spogliatoi, allunga e punisce gli ospiti grazie ad un Tozzi e un Lorenzetti (top scorer del match con 18 punti a referto) in grande spolvero.

Chiude questa bellissima frazione una tripla di Bellachioma allo scadere che fa letteralmente impazzire il Fontevivo! Il tabellone alla fine del quarto segna 56-44 per San Miniato.

La Juvi resta aggrappata e nell’ultimo quarto si avvicina nel punteggio ma due transizioni firmate Mastrangelo mettono fine ai giochi. Con 11 lunghezze di vantaggio l’Etrusca vince gara 2 e porta la serie sul 1-1.

“Mi aspettavo una reazione da parte della squadra ed è arrivata. Dopo i primi 20′ in equilibrio siamo riusciti, alzando l’intensità difensiva e trovando buoni tiri, a costruirci un vantaggio in doppia cifra che ci ha permesso di vincere la gara – le parole di coach Marchini al termine del match -. Ora dovremo essere bravi a portare ritmo e intensità prodotti oggi anche a Cremona. Voglio ringraziare il nostro pubblico che è stato fantastico, ci ha sostenuto tutta la partita, una cornice veramente incredibile”.

Adesso ci aspetteranno due battaglie al Pala Radi, la casa della Ferraroni Juvi Cremona, venerdì 17 giugno alle 21 gara 3 mentre domenica 19 giugno alle 18 gara 4. Il pubblico di San Miniato sarà chiamato a sostenere questi ragazzi portando il cuore e la voce anche lontano dal Fontevivo.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.