Cuoiopelli, poker di colpi per la prossima stagione. Si cercano giocatori in quota foto

Valzer delle panchine: Simonetti guiderà la Sanromanese, Ferraro la Stella Rossa

Movimenti di mercato per il calcio dilettanti sempre più nel vivo con il passare delle settimane. Ecco cosa è successo.

Serie D

La norma del 20 maggio 2022 permette ad una società di cambiare sede e giocare a 20 chilometri di distanza. Questo consente al Cascina di emigrare nella vicina Ponsacco a condizione che la squadra non assuma la stessa denominazione della squadra già esistente nel luogo in cui si sposta. Procede a rilento questo passaggio, anche se l’amministrazione comunale di Ponsacco ha dato il suo consenso. Il Seravezza Pozzi targato Vangioni, ha aggiunto alle conferme di Marco Granaiola, di Ettore Lagomarsini e di Brian Bedini, quelle di Lorenzo Benedetti, Fabio Maccabruni, attenzioni poste su Christian Zocco tra le rivelazioni della Cuoiopelli nella stagione appena terminata.

Eccellenza

La Cuoiopelli aveva inaugurato la settimana confermando il difensore, figlio d’arte Nicholas Bagnoli, il direttore sportivo Stefano Costa nell’allestire la rosa per la prossima stagione ha focalizzato l’attenzione verso tre giocatori provenienti dalla Massese, l’esterno sinistro di difesa classe 2003 Francesco Lucaccini, il fratello Riccardo centrocampista classe ’98 e l’esperto difensore classe 1990 Mariano Rudi quest’ultimo con fino a dicembre 2021 all’Albenga. Conciari alla ricerca di un difensore, di un portiere e di elementi che rientrano tra le quote. Circola con insistenza il nome di Tommaso Andolfi per il reparto offensivo.

Nonostante la retrocessione è stato apprezzato il lavoro del tecnico Alessandro Bicchieri, con la promozione dalla juniores in prima squadra del centrocampista Passerotti, del difensore Di Giulio, dell’esterno offensivo Baroncini.

Settimana di conferme al Fucecchio partendo dal giovane-esperto Federico Cenci, il classe 2000 in tripla cifra nel numero di presenze in bianconero, dal compagno di reparto il classe 2001 Denis Zefi, dal difensore centrale Stefano La Rosa, alle quali si è aggiunto il ritorno in bianconero di Leonardo Demi dal San Miniato Basso.

Leonardo Demi Fucecchio

Quest’ultima società ha prelevato dal Montespertoli, segue le orme di mister Targetti e dei compagni di squadra Menichetti e Sabatini, l’attaccante italo-marocchino Monsef Bourezza. Il direttore sportivo Maurizio Geri è alla ricerca di un attaccante. Sono i bomber gli oggetti dei desideri più richiesti e più costosi. Francesco di Paola è del Fratres Perignano grandi firme, dopo l’arrivo alla corte di Matteo Niccolai anche dell’ex Tau Calcio e Real Forte Querceta Gianluca Doveri che si somma alle acquisizioni del difensore Marco Niccolai sempre dal Tau e del centrocampista Nicola Cornacchia dalla Cuoiopelli. Conferma da parte del Cenaia dell’attaccante Tommaso Cosi.

Promozione

Vestiranno anche il prossimo anno la casacca dell’Urbino Taccola i difensori Filippo Lanyonu, Jacopo Anichini e il centrocampista Veli Enkli.

Prima Categoria

L’obbiettivo del San Giuliano Terme è quello di costruire una squadra in grado di lottare per la promozione, in questa direzione si sta muovendo il suo direttore sportivo Andrea Luperini, si parla di un forte interessamento dei termali verso i centrocampisti Massimo Principe e Nicolò Cecchi e verso l’attaccante Michele Ghelardoni tutti appartenenti all’Urbino

Taccola. Muove i primi passi la Sanromanese, inizia ad affondare i colpi il direttore sportivo dei canarini Mirko Scateni, il successore di Fabio Chetoni è stato individuato in Manuel Simonetti. La sua determinazione e la sua voglia hanno fatto breccia nella dirigenza del San Romano, intanto è stata ufficializzata la conferma del difensore centrale Simone Borghini. Il difensore sinistro Nicola Lorenzini passa dalla Sanromanese al Fornacette Casarosa. Il club pisano alla cui guida è stato confermato Lido Malasoma è sulle tracce dell’attaccante esterno Alessio Saviozzi del Calci e del portiere Andrea Pinelli anche lui ex Sanromanese.

Sarà Antonio Intoccia a guidare il Forcoli nel prossimo campionato, l’intento è quello di rimanere in questa categoria il meno possibile. Di pari passo vanno le strade dello Staffoli con Umberto Degl’Innocenti in qualità di direttore sportivo e con il tecnico Boi.

Seconda Categoria

Alessandro Ferraro sarà l’allenatore della Stella Rossa anche per la prossima stagione, il direttore sportivo Sergio Petri tende a sottolineare la conferma in larga parte di un gruppo capace per la prima volta di centrare i playoff, l’intento è quello di migliorare la squadra in quelle zone del campo dove è più opportuno, è sopratutto il reparto d’attacco quello che richiede gli interventi più sostenuti. Prime conferme in casa Ponte a Cappiano, partendo dal capitano Gian Marco Cenci, dall’estremo difensore Matteo Puccini, dai difensori centrali Edoardo Nencioni, Carlo Carlini e Riccardo Camerini, il laterale di difesa sinistro classe 2000 Lorenzo Landi, il compagno di reparto Andrea Dani, il centrocampista Gianmarco Manetti, nella stessa zona di campo è stato confermato Matteo Bonamici insieme a Leonardo Polimeni, l’attaccante Emanuele Covato e nella stessa zona di campo Alessio Niccolai. Il ds Del Buono è alla caccia di due centrocampisti, un attaccante e ragazzi giovani per completare l’organico.

Potrebbe esserci una migrazione in blocco dal Fornacette Casarosa al Castelfranco. I nomi degli attaccante Mauro Verola e Simone Nannelli, oltre a quello di Marco Benedetti e del centrocampista Lorenzo Degl’Innocenti sono stati accostati al sodalizio bianco- verde, sempre a Castelfranco si vocifera di un interessamento verso il difensore Lorenzo Montorsi della Sanromanese e Daniel Cirillo nella passata stagione al Latignano. Continua la fase di riconferme al Capanne, in settimana è stata la volta del centrocampista Giulio Morelli, dell’esterno sinistro Nicolò Poggianti e dell’attaccante Francesco Bertini.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.