Ponte a Cappiano, Capioni: “Abbiamo l’ossatura per lottare”

Dal campo alla scrivania di direttore generale: il punto su mercato e prospettive

Più informazioni su

Salvi al termine del primo tempo, retrocessi al fischio finale. Si è consumata così la discesa agli inferi del Ponte a Cappiano nel playout con lo Staffoli del Maggio scorso. Il tempo di smaltire la delusione per poi rimettersi in moto. Claudio Capioni ha lasciato il campo ed è passato alla scrivania ricoprendo l’incarico di direttore generale, un compito da condividere con il direttore sportivo Marco Del Buono. Capioni, perché affidare la guida dei calligiani a Mauro Marchi.

“E’ stato il nostro messaggio chiaro. Un allenatore da categoria superiore che ha allenato dagli amatori alla Terza Categoria, arrivando fino alla Serie D. Un valore aggiunto, con lui è stata posta la prima pietra per costruire la squadra. Il messaggio di risalita chiesto dalla società è ben evidente. Siamo davanti ad un personaggio importante per la categoria”.

Lei ha cambiato ruolo passando dalla parte opposta della barricata.

“La società mi ha voluto fortemente, questo incarico lo svolgo insieme al direttore sportivo Del Buono. E’ stato creato uno staff nuovo, siamo in piena sinergia con il tecnico. Ci riteniamo persone di campo,sempre a ridosso della prima squadra. Il nostro è un lavoro di équipe”.

Lei retrocede e la società la conferma. Un aspetto inusuale.

“I risultai nel calcio contano e i numeri non si possono cancellare. Se sono ancora all’interno di questa squadra credo che sia stata apprezzata la mia serietà, l’attaccamento, l’ impegno, la dedizione e l’umanità che ho sempre messo. Ho attraversato un periodo difficile da un punto di vista personale, la società mi ha aspettato, mi sento troppo colpevole per questa retrocessione e avevo deciso di non rimanere”

Quindi è rimasto perché ha cambiato ruolo?

“Tre mesi prima che finisse la stagione avevo detto a tutti che questa per me sarebbe stato l’ultimo campionato da allenatore. Hanno voluto che rimanessi e sono qui per dare una mano”.

Siete tra le candidate al salto di categoria?

“Abbiamo l’ossatura per lottare nel campionato. Sarà un girone difficile con squadre come Peccioli, Castelfranco, Capanne, Capannoli che hanno una disponibilità economica superiore alla nostra. Come al solito ci sarà qualche sorpresa penso alla Stella Rossa e magari noi. Siamo fiduciosi ma serve anche una buona dose di fortuna per vincere i campionati”.

Che mercato avete fatto?

“Qualcuno che era con noi ha preferito continuare a giocare in categoria, chi è rimasto lo ha fatto volentieri anche se qualcuno ha avuto delle richieste, tanti sono rimasti per orgoglio. Abbiamo cercato un attaccante ed è stato il problema di tutti. Il tecnico ha voluto fortemente Benvenuti che era con lui alla Cerretese e Bettarini deponendo in loro una fiducia totale”

C’è stato una trattativa particolarmente difficile?

“Quella con Forcieri arrivato dagli Amici Miei, aveva richieste non solo dalla Prima Categoria ma anche dalla Promozione. Ha sposato il nostro progetto”

Tutti parlano di progetto, parola che racchiude tutto e niente. Il vostro su cosa si basa?

“Il nostro è di risalita, un progetto livellato in alto, magari passando dalla Prima Categoria alla Promozione. Un obbiettivo che era già al vaglio, per arrivarci dobbiamo ripartire dal basso, dopo aver buttato via un campionato e un playout”

Allora prendete la rincorsa da più lontano.

“Mi ripeto non sarà facile andare a giocare a Fabbrica a Crespina appena ripescato dove hanno preso Tiziano Bruzzone. Sono campi dove il paese è partecipe e si fa sentire. Ma noi ci proviamo”

Rosa

Portieri: Matteo Puccini, Matteo Ricci dal Giovani Fucecchio

Difensori: Nico Caponi dall’ASD San Miniato, Edoardo Nencioni, Andrea Dani, Riccardo Camerini, Lorenzo Landi, Ayoub Nahid svincolato, Tommaso Bacci dalla Larcianese

Centrocampisti: Matteo Bonamici, Gianmarco Manetti, Fabrizio Bertini, Enrico Bettarini dalla Real Cerretese, Tommaso Paganelli svincolato, Giovanni Beconcini, Giuseppe Cosentino dal San Miniato Basso, Gabriele Bruni

Attaccanti: Gianmarco Cenci, Emanuele Covato, Manuel Picchi svincolato, Alessio Niccolai, Marco Benvenuti svincolato, Leonardo Polimeni, Christian Forcieri dagli Amici Miei

Staff tecnico

Allenatore: Mauro Marchi

Vice-allenatore: Antonio Carmignani

Massaggiatore: Renato Lotti

Preparatore dei portieri: Riccardo Buti

Organigramma societario

Presidente: Luciano Cenci

Direttore generale: Gianpiero Maestrelli

Direttore sportivo: Marco Del Buono

Direttore tecnico: Claudio Capioni

Amichevoli

31 agosto alle 20,30 Migliarino – Ponte a Cappiano

7 settembre alle 20,30 San Giuliano-Ponte a Capiano

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.