Eccellenza al via: sorridono Fucecchio e Cuoiopelli foto

Il finale cambia le sorti dei match del San Miniato Basso, raggiunto sul pari dal Picchi e del Tuttocuoio, sconfitto dal Montespertoli

Eccellenza, via al campionato. Sorridono il Fucecchio, corsaro a Camaiore (locali chiudono in otto) e la Cuoiopelli che supera il San Marco Avenza. Raggiunto sul finale dall’Armando Picchi in dieci il San Miniato Basso, cade dopo una battaglia (a Castelfiorentino) il Tuttocuoio di Tazzioli contro il Montespertoli.

Camaiore – Fucecchio 0-2
CAMAIORE: Rizzato, Orlandi, Franceschi, Biagini, Arnaldi, Fatticcioni, Da Pozzo (35’st Ricci Mirco), D’Alessandro (16’st Tabarrani), Raffi, Viola, Adami (16’st Centonze). A disp.: Bianco, Biasci, Belluomini, Coppola, Manfredi, Geraci. All.: Polzella
FUCECCHIO: Del Bino, Giometti, Lotti (17’st Nardi), Lecceti, La Rosa, Del Colle, Silvano (4’st Cenci), Zefi, Ceceri (5’st Masoni), Falcone (24’st Arrighini), Rigirozzo (23’st Carnevale). A disp.: Mannucci, Cullhai, Nannetti, Demi. All.: Dell’Agnello
ARBITRO: Merlino di Pontedera (Dell’Agnello di Pontedera e Corcione di Pisa)
RETI: 5’pt rig. Ceceri, 12’st Falconi
NOTE: Ammoniti Fatticcioni, D’Alessandro, Orlandi, Franceschi, Lotti, Ceceri, Silvano. Espulsi al 3’ st Fatticcioni (doppia ammonizione), al 20’ st Viola  intervento pericoloso), l 45’ st Orlandi (doppia ammonizione). Al 40’ st Rizzato para un calcio di rigore calciato da Carnevale
Dopo aver espugnato il Masini il Fucecchio parte con il piede giusto anche in campionato andando a violare il campo di una squadra partita per recitare un ruolo da protagonista. La gara prende la piega giusta nelle battute iniziali:  su conclusione di Ceceri il difensore centrale Fatticcioni ci mette la mano e il direttore di gara assegna la massima punizione che lo stesso Ceceri realizza. Prova a reagire la squadra versiliese che segna ma facendolo con la mano, per tutta la prima frazione le operazioni sono in mano ai locali ma il Fucecchio non va mai in sofferenza. Altro momento chiave all’alba del secondo tempo Fatticcioni ferma la proiezione di Rigirozzo in maniera fallosa e rimedia il secondo giallo. Il Fucecchio capisce il momento e finalizza con Falconi nella maniera migliore un’azione di rimessa. Il solito spunto di Rigirozzo è fermato con un intervento falloso da Viola che è costretto a prendere la via degli spogliatoi anzitempo. Doppio giallo anche per Orlandi che commette fallo da rigore su Masoni. Rizzato evita il terzo gol parando il rigore a Carnevale. Nelle fila bianconere bene Ceceri un punto di riferimento costante per i suoi e Del Colle. Dopo due impegni esterni la prossima sfida vedrà il debutto interno. Per la semina alla quale è stato sottoposto il Corsini la gara con l’Armando Picchi si giocherà su un altro impianto, così come il derby di ritorno con la Cuoio.

Armando Picchi – San Miniato Basso 1-1
ARMANDO PICCHI: Malasoma, Del Bravo (46’st Testa), Fabbrucci (27’st Gargani), D’Angelo (30’st Fornaciari), Petri, Borboryo, Campo (27’st Nobile), Quilici, Carlotti, Giusti, Bani (1’st Taddei). A disp.: Silvestri, Tocchini, Polese, Bonsignori. All.: Sena.
SAN MINIATO BASSO: Lampignano, Boghean, Menichetti, Malanchi (28’st Nolé), Sabatini, Cela, Bourezza, Tremolanti, Ciravegna, Di Benedetto (42’st Romeo), Taddei (20’st Salliu). A disp.: Neri, Re, Scarselli, Franzoni, Vanni, Pagliai. All. Targetti.
ARBITRO: Bassetti di Lucca (Barretta di Pistoia – Ferretti di Pistoia)
RETI: 6’st Ciravegna, 49’st Tadde
NOTE: espulso al 42′ Borboryo. Ammoniti Di Benedetto, Sabatini, Malanchi, Bourezza
Pareggio beffardo per il San Miniato Basso nella prima di campionato sul campo dell’Armando Picchi. Avvio di gara confuso, con nessuna delle due squadre che riesce a prendere le redini del gioco e si affidano perlopiù ai lanci lunghi, complice un terreno in condizioni tutt’altro che ottimali. Il primo brivido si attesta al 18′: un traversone da destra di Taddei diventa una conclusione e costringe il portiere locale Malasoma a deviare sopra la traversa. Al 26′ la risposta del Picchi: cross da destra e colpo di testa a botta sicura di Carlotti, ma Lampignano dice no con un riflesso prodigioso. La partita vive di folate da una parte e dall’altra. Al 42′ Borboryo (già ammonito) atterra Bourezza e viene sanzionato dal direttore di gara col secondo cartellino giallo, lasciando il Picchi in dieci per più di un tempo. Prima dell’intervallo, dalla parte opposta, Sabatini interrompe un contropiede avversario con un intervento rischioso, ricevendo un’ammonizione.
Il San Miniato Basso la sblocca ad inizio ripresa. Minuto 51, azione sulla sinistra ed imbucata al centro per Ciravegna, il quale, dal limite, lascia partire un gran destro che si infila nell’angolino. Ancora giallorossi in avanti: al 60′ Taddei mette al centro per l’inserimento sul secondo palo di Ciravegna, il cui tiro di prima intenzione ad incrociare termina a lato di un soffio. Il Picchi torna a farsi pericoloso al 62′, quando Campo manda fuori a fil di palo con una punizione ad effetto di sinistro. Il match sembra in pugno per il San Miniato Basso, ma negli ultimi 10′ la formazione di Targetti si abbassa troppo, permettendo al Picchi di prendere campo. Nonostante ciò, allo scoccare del 90′ i giallorossi avrebbero ancora una volta la palla gol per chiudere i conti, ma, al termine di un contropiede, Bourezza calcia sopra la traversa da buona posizione. Così, al 94′, ecco il pari di un Picchi mai domo con Taddei, sugli sviluppi di una mischia in seguito a corner da sinistra. Il San Miniato Basso tornerà in campo domenica prossima per il debutto casalingo contro il Ponte Buggianese, mentre il Picchi sarà ospite del Fucecchio.

Cuoiopelli – San Marco Avenza 3-2
CUOIOPELLI: Pulidori (1’ st M. Cavallini), Mulas, F. Lucaccini (1’ st Mariani), Rudi, Viligardi (29’ st R. Lucaccini), Bagnoli, Passerotti, Borselli, Andolfi, Tapparello (29’ st Canessa), Guerrucci (25’ st Goretti). A disp. Friuli, Di Giulio, Pasquini, Baroncini. All. Marselli.
SAN MARCO AVENZA: Cacchioli, Baeza Rosales, Cacciatori, Fortunati, Zuccarelli, Cucurnia, Buffa (29’ st Rossi), Montecalvo, Vicari (30’ st Basile) , Pedrazzi (20’ st Saia), Kthella (35’ st Mancini). A disp. Cozzolino, Ratti, De Angeli, Viti, Raffo. All. Lazzarini
ARBITRO: Moro di Novi Ligure (Guiducci di Empoli e Cinquini di Viareggio)
RETI: 11’pt Kthella, 23’pt Montecalvo, 8’st e 21’st Tapparello, 27’st Andolfi
NOTE: Ammoniti: 35’ pt Fortunati, 48’ st Canessa
Con un secondo tempo pieno di determinazione la Cuoio ribalta un San Marco Avenza che al termine del primo tempo conduceva per 2-0. Rimane ai blocchi di partenza la Cuoio e Khthella ringrazia approfittando dell’errore in disimpegno confezionato da Francesco Lucaccini e Bagnoli per trafiggere Pulidori. Un incornata di Montecalvo mette la gara sulla strada giusta per l’undici avenzino. Marselli ridisegna lo schieramento manda nella mischia Mariani e per obblighi d’età richiama Pulidori mandando tra i pali il giovane Matteo Cavallini, passando ad una difesa a tre, Tapparello entra in cattedra correggendo in gol gli spioventi di Mulas e Mariani, dopo aver avviato la rimonta l’attaccante argentino si aggiudica la palma del migliore in campo servendo nel corridoio a Andolfi la palla del sorpasso. Ci sarà da limare qualcosa in difesa ma il reparto d’attacco sembra pronto per competere con i migliori della categoria.

Tuttocuoio – Montespertoli 2-3
TUTTOCUOIO: Muscas, Severi (27’ st Nigro), Chiti, Fino, Bartorelli, Paganelli, Zahouani, Mbounga (36’ st Pazzaglia), A. Turini (2’ st Picozzi), Tavano, Sabia (12’ st Dell’Amico). A disp. Carli, Cirri, Ercoli, Fiorentini, Fiscella. All. Tazzioli
MONTESPERTOLI: Pinochi, Vanzi (25’ st Mina), Dolfi, Trapassi, Liberati, Fiaschi, Marconcini, Veraldi, Del Pela, Maltomini (24’ st P. Turini), Marchi (17’ st Cenni). A disp. Cicali, Russo, Conti, Martini, Tavanti, Sinteregan. All. Sarti
ARBITRO: Chisari di Livorno (Luti e Nannipieri di Livorno)
RETI: 13’pt e 45’st Del Pela, 28’pt Fino, 36’pt Marchi, 49’st rig. Tavano
NOTE: Ammoniti: 17’ pt Veraldi, 34’ Zahouani, 40’ pt Bartorelli, 35’ st Fino e Cenni. Espulso al 33’ st Bartorelli (doppia ammonizione)
Una condizione migliore e tanto entusiasmo hanno consentito al Montespertoli di coronare la sua prima gara assoluta in Eccellenza con una vittoria. Si è giocato a Castelfiorentino per i lavori al Leporaia che, come tende a puntualizzare Paola Coia, sono a spese della società. La gara vedeva giocare i neroverdi in casa, ma è come se i conciari avessero giocato in trasferta. Corsa e ritmo sono stati le armi dei ragazzi di Sarti che proprio con questa qualità sono passati in vantaggio poco prima del quarto d’ora di gioco: volata di Del Pela, Paganelli non riesce a frenarlo e il diagonale da sinistra è letale. Stenta a creare opportunità la squadra di Tazzioli che pareggia con la caparbietà del suo capitano Fino che si inserisce in area resiste alla pressione degli avversari e insacca. Un gol voluto a tutti i costi. Potrebbe ribaltarla il Tuttocuoio ma Sabia manca l’impatto sul servizio di Zahouani. La fascia sinistra si rivela il tallone d’Achille subito dopo con un tiro di Marchi sporcato lievemente da Paganelli che finisce per superare Muscas. Colossale è la palla gol che inaugura la seconda parte direttamente da fallo laterale Picozzi appena entrato mette Tavano in condizione di battere in porta solo davanti al portiere, ma l’ex attaccante di Empoli e Roma spara la botta tra le braccia di Pinochi. È l’occasione che inaugura la serie di palle gol nitide per pareggiare, Paganelli in seguito ad un corner prende il tempo a tutti di testa ma sfiora la traversa e Dell’Amico imbeccato da Mbounga schiaccia a terra a botta sicura un opportunità che sfila a lato, poi con il suo movimento classico ad uscire Tavano costringe il portiere a salvarsi di piede su un diagonale. Dopo aver sofferto e pagato la stanchezza, il Montespertoli costringe Muscas ad allungarsi su Pietro Turini e sul tiro di Cenni. Finale con il Tuttocuoio in inferiorità numerica e al termine della più classica azione di contropiede avviata da Cenni, rifinita da Turini è conclusa da Del Pela, gli ospiti possono festeggiare. Subito dopo Mina commette fallo su Pazzaglia e Tavano segna il suo ennesimo gol in carriera su calcio di rigore. Cartello dei lavori in corso ben esposto a Ponte a Egola come sostiene la presidente Coia: “Siamo indietro nella condizione, si è visto chiaramente nei primi 20 minuti, abbiamo pagato caro due errori individuali. Dobbiamo crescere”. Proverà a farlo su questo campo, visto che tra sette giorni farà visita proprio al Castelfiorentino.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.