Cuoio in Diretta

La sicurezza sul Comprensorio, dibattito a Santa Croce

Vota questo articolo
(4 Voti)

dibattito sicurezza"Il comprensorio del Cuoio e la sua sicurezza". Sarà questo il titolo del dibattito in programma questo venerdì (31 marzo) a Santa Croce, che porterà nella cittadina conciaria anche consiglieri ed esponenti politici regionali. Tanti ospiti, chiamati a raccolta per una sera in un territorio che mai come adesso si sente preso di mira, dopo i ripetuti furti che hanno interessato abitazioni, uffici e negozi di Fucecchio e Santa Croce, senza dimenticare i casi più eclatanti e brutali che hanno colpito le frazioni fucecchiesi.

Da qui l'idea di un grande dibattito di livello comprensoriale, promosso da Lega Nord, Fratelli d'Italia, Forza Italia, Club Ricostruiamo di Santa Croce e dall'associazione "Fucecchio rinasce". L'appuntamento è per venerdì alle 21,15 nella saletta Vallini, al piano terra della biblioteca comunale di Santa Croce. Ad aprire l'incontro saranno i consiglieri comunali Flavio Baldi di Santa Croce (capogruppo della lista "Ricostruiamo") e Simone Testai (Forza Italia) di Fucecchio, seguiti dal collega Carlo Corsi (consigliere di San Miniato), da Monica Ghiribelli (esponente Lega Nord a Castelfranco), dal presidente del Club Ricostruiamo Guido Gemignani e dal consigliere provinciale ed esponente di Fratelli d'Italia Marco Rusconi. Subito dopo interverranno il segretario Lega Nord dell'Empolese Valdelsa Marco Cordone, la coordinatrice provinciale pisana di Forza Italia Raffaella Bonsangue, insieme ai consiglieri regionali Roberto Salvini della Lega e Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia, che affronteranno il tema prima di lasciare spazio agli interventi del pubblico.
"L'iniziativa nasce dall'esigenza di lanciare un grido d'allarme – dice Alessandro Salvadori, esponente della Lega Nord di Santa Croce – su un problema che vive sotto varie sfaccettature: si va dai furti in appartamento fino ad episodi e rapine anche brutali. Episodi diversi accomunati però dalla certezza dell'impunità. Un fenomeno sul quale, secondo noi, le amministrazioni locali non stanno tutelano i cittadini". "Servirebbero investimenti sulla sicurezza - aggiunge Daniela Zocchi, presidente di Fratelli d'Italia a Santa Croce – non solo per le telecamere ma anche per una maggiore sorveglianza fisica". "Ormai la gente è talmente stufa che alla fine preferisce non denunciare neppure – afferma Guido Gemignani, presidente del Club Ricostruiamo -. È un errore, perché è proprio con le denunce che si smuovono le statistiche e si possono far emergere i problemi".
"L'intento della serata non sarà quello di attaccare in modo diretto le amministrazioni, perché il tema sicurezza investe tutta la comunità", afferma Valentina Carmignanidi "Fucecchio rinasce", l'associazione artefice del corteo per la sicurezza dello scorso dicembre. "A differenza di Santa Croce – dice Carmignani – da noi il sindaco si sta impegnando su questo tema, però secondo noi servirebbe un'azione più incisiva. Ieri, ad esempio, abbiamo incontrato il primo cittadino per la questione della tenenza: tuttavia, a fronte di una spesa di 200mila euro a carico della collettività, non sappiamo quanto concretamente sarà potenziata la vigilanza sul territorio. Nella nostra zona, poi, ci sono diverse persone che prendono immobili in affitto, ma non c'è nessuno che si preoccupa di verificare di cosa vivano. Da parte nostra, siamo determinati affinché il comprensorio torni ad essere conosciuto per il suo distretto e per le sue eccellenze piuttosto che finire sempre sul giornale per questi problemi".

 

Giacomo Pelfer

Ultima modifica il Martedì, 28 Marzo 2017 15:51

Devi registrarti per poter lasciare un commento.

NOTA!

Questo sito utilizza i Cookies al fine di offrire un servizio migliore. Continuando si accettano i termini della nostra Cookies Policy Per saperne di piu'

Approvo
Pubblica Assistenza Vita Castelfranco di Sotto

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cuoio in Diretta è un supplemento di Lucca in Diretta, testata giornalistica registrata presso il tribunale di Lucca con il numero 946/2012. Direttore Responsabile: Enrico Pace. Editore: Ventuno Srl, via Nicola Barbantini 930, 55100 Lucca p.iva 02391180466