Pinocchio in strada, per l’ultima serata arriva davvero

Una serata dal sapore fiabesco per il gran finale di Pinocchio in Strada in programma questo giovedì (25 giugno).

 Ospite dell’ultimo appuntamento, grazie alla collaborazione di Roberta Marrucci associata del centro commerciale naturale di San Miniato Basso, sarà l’interprete del Pinocchio di Comencini, al secolo Andrea Balestri, che nel 1972, all’età di 7 anni, incarnò sulla pellicola il burattino di Collodi ne Le Avventure di Pinocchio, lo sceneggiato, con Nino Manfredi nella parte di Geppetto, le cui immagini saranno proiettate nel corso della serata e che forse più di ogn ialtro allestimento cinematografico seppe valorizzare la toscanità di Pinocchio.
Saranno le avventure del burattino di Collodi, infatti, ad accompagnare il terzo ed ultimo appuntamento dell’evento organizzato dal Centro Commerciale Naturale. Un viaggio nel racconto di Carlo Lorenzini ma anche un’occasione per indagare sul legame che unisce l’antico nome di San Miniato Basso (il “Pinocchio” appunto) con la vita dello stesso Lorenzini che, proprio qui, pare abbia trovato ispirazione per dare forma e nome al celebre burattino. Se ne parlerà in un dibattito pubblico che coinvolgerà un parterre di ospiti d’eccezione, a cominciare dal consigliere regionale Eugenio Giani che parteciperà alla tavola rotonda su Pinocchio insieme al giornalista Riccardo Cardellicchio e al dottor Marzio Matteoli, medico e musicista. Ad inaugurare la serata, ospitata nel centro di San Miniato Basso lungo la Tosco Romagnola, sarà come sempre l’apertura straordinaria dei negozi prevista dalle 21 insieme al mercatino artigianale. In programma dalle 21,30 due spettacoli dell’associazione Terzo Studio, che porterà in scena un cantastorie e un teatro dei burattini dedicati alla favola di Pinocchio. In mostra durante la serata, inoltre, grazie alla collaborazione con il Carnevale di San Miniato Basso, tutti i “pinocchietti” lanciati e ritrovati nel corso del tempo: sono i burattini che ogni anno, a febbraio, durante il Carnevale, vengono lanciati in cielo circondati da decine di palloncini e corredati da un messaggio che invita chi dovesse recuperare il burattino a riportarlo a San Miniato Basso. Per i più piccoli, invece, la festa sarà anche l’occasione per salire sul Trenino di Pinocchio in “servizio” lungo il percorso.  Ad allietare la festa, infine, ci saranno le note della filarmonica Verdi di San Miniato.
Dalle 21,45, invece, si aprirà il dibattito su Pinocchio dal titolo “Da dove veniamo, chi siamo, dove andiamo”, ospitato nello spazio antistante la chiesa messo a disposizione dalla parrocchia. Ospite di spicco l’ex presidente del Consiglio Comunale di Firenze Eugenio Giani che esattamente 10 anni fa, nel giugno 2005, intervenne sull’argomento durante un convegno a Palazzo Vecchio, sostenendo che sia stata proprio questa zona ad ispirare la fantasia di Lorenzini. Con lui, insieme al giornalista e scrittore Riccardo Cardellicchio, ci sarà anche il dottor Marzio Matteoli, che per l’occasione presenterà in anteprima Poema per Pinocchio, rivisitazione poetica del romanzo di Collodi in ottava rima, edito da Eclettica edizioni. Non mancano certo i motivi, quindi, per non mancare l’ultima serata del Pinocchio in Strada 2015.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.