Inaugurato nel chiostro cinquecentesco del convento il presepe artistico di San Romano fotogallery

Un percorso nei luoghi e paesaggi dell'antica Palestina. Visite aperte fino al 12 gennaio

Trecento metri quadri di superficie, più di mille statuine e quasi un centinaio di movimenti automatici, inseriti in uno scenario pieno di corsi d’acqua, laghi, montagne e un’infinità di piante diverse. Sono numeri imponenti quelli del presepe artistico di San Romano, inaugurato questa mattina (8 dicembre) nel chiostro cinquecentesco del convento.

La cerimonia si è svolta al termine della messa delle 11 officiata dal vescovo Andrea Migliavacca, con l’immancabile taglio del nastro al quale hanno preso parte il sindaco di Montopoli Giovanni Capecchi e la sua giunta, il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani e i consiglieri regionali Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni, catturati dalle dimensioni e dall’accuratezza del presepe sanromanese, realizzato grazie all’impegno e al lavoro del gruppo di presepisti guidati da Paolo Barro.

Una realizzazione che quest’anno ha occupato l’intero perimetro del chiostro, creando un lungo percorso attraverso i luoghi e i paesaggi dell’antica Palestina. Un presepe ‘vivo’, di fatto, allestito all’aperto e con centinaia di piante differenti, dove il paesaggio campestre lascia spazio all’imponenza degli edifici di Gerusalemme, dietro alla quale si incontra quest’anno una grotta della Natività a grandezza naturale.

Come ogni anno il presepe sarà visitabile ad ingresso libero, fino al 12 gennaio, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. All’interno del chiostro sarà possibile anche scorrere le tante poesie inviate all’associazione Burrasca di Colori e parole per la quarta edizione del concorso Una, cento e poi poesie per il presepe: un record quello di quest’anno, con ben 165 poesie partecipanti per un totale di 103 autori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.