Il tartufo prende casa al Pinocchio, attesi 100 espositori foto

Il protagonista per eccellenza sarà ovviamente il pregiato e profumato bianco delle colline sanminiatesi, pronto a sbarcare per il nono anno nella grande e popolosa frazione che ha dato il nome al celebre burattino di Collodi. Insieme al tartufo, però, ci sarà come sempre un ricco paniere di specialità e prodotti locali, arricchito da stand e attrazioni, dimostrazioni e animali da fattoria, momenti di ritrovo e di svago da vivere nel lungo weekend in arrivo alla Casa Culturale.

È l’appuntamento con il Tartufo… al Pinocchio, tappa irrinunciabile ormai nel programma delle manifestazioni legate al bianco di San Miniato, in programma nel pomeriggio di domani, 5 novembre e nell’intera giornata di domenica 6 all’interno della Casa Culturale di San Miniato Basso e negli spazi adiacenti alla struttura.
Dopo il successo delle passate edizioni, l’organizzazione ha confermato anche quest’anno un programma votato alla valorizzazione del territorio e dei suoi produttori. Un programma che non teme il maltempo, grazie agli spazi interni e ai gazebo che saranno messi a disposizione in caso di pioggia.
Ad aprire l’evento, alle 15 di domani, sarà la camminata aperta a tutti lungo il percorso della via Francigena. Sarà il via ufficiale della festa, che aprirà le porte della kermesse ai visitatori. Al centro ci saranno gli espositori di tartufo del territorio, circondati da un parterre di eccellenze locali, a cominciare delle norcinerie di San Miniato Basso, Lo Scalco e Mancini Adriana, insieme a produttori provenienti da varie parti della Toscana, a dimostrazione di un evento divenuto una vetrina apprezzata e ambita. Alla manifestazione, infatti, parteciperanno anche gli agricoltori di Campagna Amica, insieme agli stand del mercatino di artigianato e aggettistica. Complessivamente sono attesi circa 100 espositori.
Sia sabato che domenica, inoltre, i Cavalieri di San Miniato saranno presenti per far provare ai bambini l’emozione della sella, mentre alcuni allevatori porteranno all’esterno della Casa Culturale gli animali da cortile. Ospiti del “Tartufo al Pinocchio”, poi, saranno anche il gruppo micologico di Empoli, la mostra Egol’Art e le creazioni della scuola Trimoda che domenica alle 15 (tempo permettendo) allestirà anche una sfilata negli spazi esterni della festa. In programma poi anche una gara di escavazione del tartufo.
Nel corso della manifestazione, poi, saranno venditi i biglietti della sottoscrizione a premi che servirà a finanziare il progetto di Medici senza Frontieree fondazione Il Cuore si scioglie a sostegno dell’emergenza umanitaria dei migranti. Per tutta la durata della festa, infine, sarà presente con una tenda della Protezione Civile la Misericordia di San Miniato.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.