Quantcast

Caos scuola: ricorso respinto, decine di cattedre in bilico

La sentenza piomba come una spada di Damocle sul Natale di tanti docenti che credevano ormai di poter stare tranquilli. L’esito del secondo grado di giudizio sul ricorso proposto dagli insegnanti che hanno conseguito il diploma magistrale entro l’anno scolastico 2001/2002 ha ribaltato la sentenza del Tar che aveva disposto l’inserimento, seppure con riserva, di questi docenti nelle graduatorie scolastiche ad esaurimento, a differenza di quanto invece aveva disposto il decreto ministeriale che il ricorso mirava per l’appunto ad impugnare.

Nel frattempo, però, e in attesa della sentenza definitiva, tanti insegnanti in questa condizione, trovandosi nelle graduatorie, sono stati assegnati in vari casi a supplenze annuali e alcuni sono passati anche di ruolo. Adesso si ritrovano di nuovo in bilico. Ed è una doccia fredda per moltissimi.
L’ufficio scolastico regionale della Toscana ha già richiesto agli uffici territoriali, anche a quello di Pisa, di avere un quadro completo delle posizioni interessate, per stabilire subito un contatto e ’tamponare’ la situazione, in attesa di indicazioni da Roma. In teoria, infatti, gli insegnanti coinvolti dovranno essere depennati dalle graduatorie e anche se l’anno scolastico per loro è comunque salvo, il futuro è tornato all’improvviso ad essere molto incerto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.