Polvere da sparo, fucili e 10mila cartucce in garage ma non ha il porto d’armi foto

Più informazioni su

Nel garage, aveva allestito un vero e proprio laboratorio nel quale procedeva alla fabbricazione di cartucce da caccia di vari calibri. Il laboratorio, particolarmente rifornito, era anche provvisto degli strumenti tecnici e di tutte le materie prime necessarie. Lo hanno trovato i carabinieri forestali di Firenze coordinati da personale del nucleo investigativo di polizia ambientale e agroalimentare durante un’attività di polizia giudiziaria.

Tra i beni nella disponibilità dell’uomo di Empoli c’era anche l’arsenale di armi e munizioni uso caccia organizzato all’interno della propria abitazione. I militari, infatti, hanno rinvenuto all’interno dell’abitazione 18 chili di polvere da sparo, 10mila cartucce di vari calibri, 90 chili di piombo per munizione spezzata e attrezzature e strumenti per la fabbricazione di munizionamento. Considerato l’ingente quantitativo di materiale esplodente, eccedente ampiamente i limiti di legge per la detenzione e considerato che il soggetto non era in possesso di porto d’armi (in quanto non rinnovato dalla Questura), i militari hanno ritirato in modo cautelare i 16 fucili rinvenuti nella disponibilità dell’indagato e sequestrato tutto il materiale. L’uomo è stato denunciato per detenzione abusiva di armi e munizionamento e fabbricazione abusiva di armi e munizionamento.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.