Vive nel camper, l’assicurazione la offre ‘Ricostruiamo’ foto

La sua storia ha fatto in un attimo il giro d’Italia, attraverso gli schermi di Rete4 nella trasmissione “Dalla vostra parte”. È qui che lo scorso lunedì Florindo Turelli, 63enne empolese, ha raccontato le difficoltà che da alcuni mesi lo costringono a vivere su un camper. Difficoltà che hanno spinto i consiglieri di “Ricostruiamo Santa Croce e Staffoli” ad intervenire, rintracciando l’uomo nella giornata di ieri, 29 settembre, e rendendosi disponibili a pagargli l’assicurazione del mezzo scaduta ormai dalla metà di agosto.

Una sorta di “risarcimento”, un aiuto concreto dopo che proprio a Santa Croce la polizia municipale ha sottoposto a sequestro il camper di Turelli, con conseguente sanzione (700 euro in tutto) da saldare per evitare la confisca.
Una disagio, quello del sessantenne empolese, iniziato con le difficoltà lavorative: operaio del settore calzaturiero, ha lavorato per un paio di mesi in un’azienda di Ponticelli, salvo poi arrivare alla scadenza del contratto (non rinnovato) lo scorso 5 di agosto, mentre già da maggio era stato sfrattato dall’appartamento di Empoli dove viveva. “Inizialmente – racconta – parcheggiavo il camper vicino all’azienda a Ponticelli, poi dopo aver perso il lavoro mi ero spostato alla stazione di San Romano. Dopo alcuni giorni, però, date alcune frequentazioni che ci sono in zona, decisi di lasciare San Romano e trasferirmi in piazza Ferrari a Santa Croce”. Ed è qui che Turelli si è dovuto fermare a causa della mancanza dell’assicurazione, scaduta il 2 settembre e quindi arrivata alla fine del periodo di “tolleranza” il 17. Pochi giorni fa, però, i vigili del Santa Croce sono intervenuti sequestrando il mezzo ed elevando la sanzione prevista dalla legge per il campeggio abusivo, tanto che Turelli si è ritrovato di colpo senza i soldi per l’assicurazione né tantomeno per pagare la multa. “Per fortuna – dice – grazie all’aiuto di alcuni amici e conoscenti, ho potuto spostare il camper con il carro attrezzi in un’area privata, dove mi è stato permesso di sostare. Il tutto in attesa di trovare un nuovo lavoro”.
Appena appresa la storia, i consiglieri di Ricostruiamo Santa Croce e Staffoli si sono attivati per rintracciare Florindo. Nella mattinata di ieri, la consigliera Antonella Meropini, attraverso la sezione santacrocese di Fratelli d’Italia, si è resa disponibile a fornire vestiario o generi di prima necessità, mentre il capogruppo Flavio Baldi, con i consiglieri Marco Rusconi e Fulvia Quirici, lo hanno incontrato nel pomeriggio offrendogli una polizza assicurativa a copertura del camper sottoposto a sequestro. “Ci ha raccontato che anche altri si sono fatti avanti per aiutarlo – spiega il capogruppo Baldi -. Da parte nostra pagheremo l’assicurazione, per poi vedere se con gli altri fondi raccolti riusiamo a coprire le spese della sanzione”. (g.p.)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.