Quantcast

Ecovip, Petrucci: “No a decisioni calate dall’alto. La Regione ascolti Santa Maria a Monte”

"La giunta regionale non umili le istituzioni territoriali prendendo decisioni contrarie al parere espresso dal Comune"

“Faccio appello alla Regione Toscana e in particolare all’assessore all’ambiente Monni e all’assessore alle attività produttive Marras, affinché, sulla vicenda di ampliamento di Ecovip, ascolti il Comune di Santa Maria a Monte”. Lo dice il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità commentando la richiesta in Regione Toscana della ditta Ecovip di potenziare le proprie capacità di trattamento di rifiuti. Richiesta rispetto alla quale il Comune di Santa Maria a Monte ha dato parere negativo (qui la vicenda).

La giunta regionale – dice Petrucci – non umili le istituzioni territoriali prendendo decisioni contrarie al parere espresso dal Comune, no a decisioni calate dall’alto. Si rispetti la catena istituzionale, la Regione tenga conto delle riflessioni e valutazioni del Comune di Santa Maria a Monte. La richiesta di ampliamento di Ecovip sta destando forte preoccupazione da parte dei cittadini di Santa Maria a Monte e dei comuni del comprensorio”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.