Quantcast

Lega: “No alla rimodulazione del servizio antincendio dell’ospedale di San Miniato”

Il gruppo consiliare: "Una decisione in questo senso sarebbe incomprensibile"

“Corrono voci, che sembrano avere una forte base di credibilità, che in Toscana stia prendendo corpo un progetto per il quale verrebbe “rimodulato” il servizio antincendio di alcuni plessi ospedalieri, fra i quali quello di San Miniato”. Ad annunciarlo è, con preoccupazione, il gruppo della Lega a San Miniato.

“Una rimodulazione – si legge nella nota – probabilmente volta a impegnare minori risorse in questo importante settore e forse riduttiva dell’attuale attività di sorveglianza, la quale invece dovrebbe essere potenziata in presenza di situazioni strutturali degli edifici non sempre in perfetta consonanza con le normative di sicurezza. Nel momento in cui è opinione generale che le strutture sanitarie del paese vanno rafforzate e gli intendimenti del governo centrale non vanno certo nella direzione di lesinare risorse alla sanità, in un momento in cui la grave epidemia che ha colpito l’Italia ha fatto rivalutare l’importanza di piccoli e medi ospedali a suo tempo depotenziati e fra essi vi è certamente quello di San Miniato, una eventuale “rimodulazione” volta a mitigare i presidi antincendio dei plessi ospedalieri sarebbe incomprensibile“.

“Ci auguriamo che i “rumors” che abbiamo raccolto – conclude la Lega – siano solo delle voci infondate, e che una eventuale riorganizzazione del servizio antincendi dell’Ospedale di San Miniato non sia finalizzata ad un depotenziamento del servizio. In caso contrario vorrebbe dire che tutte le parole spese in questi mesi di emergenza sanitaria sulla sanità e sulla importanza dei piccoli ospedali e della medicina del territorio sono state solo le ennesime promesse al vento per imbonire i cittadini perplessi e arrabbiati di fronte alle inefficienze che il sistema sanitario ha evidenziato in questo periodo di grave emergenza sanitaria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.